Pubblicato il

Tanta partecipazione per i festeggiamenti di Sant'Antonio Abate

Iniziati con la benedizione del fuoco 

Iniziati con la benedizione del fuoco 

CERVETERI – Ieri, nel primo pomeriggio a partire dalle quattordici e trenta, con la benedizione del fuoco, officiata dal parroco Don Gianni Sangiorgio, è  cominciata la festa di Sant’Antonio Abate. A Cerveteri, questa festa è una tradizione in quanto sono molti i devoti di questo santo. Come si sa, Sant’Antonio Abate, è il protettore degli animali domestici, e di conseguenza, essendo Cerveteri una città a vocazione contadina, ogni anno si ripete il rito di portare a benedire in chiesa i piccoli animali. Anche quest’anno, i  Cavalieri dell’associazione  “I Massari” che sono i veri organizzatori e curatori della festa anche se coadiuvati dai volontari del rione le Boccette, hanno aperto la sfilata in groppa ai loro cavalli. C’era anche qualche agente della polizia a cavallo, qualche carro, come vuole la tradizione, e tanti cani, di ogni razza e stazza, accompagnati dai loro padroni che li tenevano al guinzaglio, molti bambini i cui volti contagiavano allegria, con le loro mamme e qualche papà, anticipati dalla banda comunale e da un Cristo portato in processione dal parroco oltre naturalmente alla statua del santo, si sono avviati verso la piccola chiesa delle “Boccette”, rione del centro storico della città, per prendere la benedizione. Erano presenti nel corteo anche alcune mascherine visto che questa festa liturgica è l’ultima prima del carnevale e quindi lo anticipa. I dolci di carnevale infatti, con panini e bevande, sono stati distribuiti poi a piazza S. Maria, a partire dalle diciassette, per la gioia di grandi e piccini  Alle diciotto c’è stata la Santa Messa. Il presidente de “I Massari, Guido Donnini, sentito a piazza Santa Maria, mentre era occupato allo stand a distribuire i panini preparati per l’occasione dice di essere soddisfatto anche quest’anno per la partecipazione nonostante il tempo inclemente. Gli fa eco il segretario e tesoriere Claudio Bartocci ringraziaqndo ancora la collaborazione del rione Boccette e l’amministrazione comunale che ha offerto il patrocinio.

ULTIME NEWS