Pubblicato il

Manziana, la due giorni delle terre del comune

di GRAZIAROSA VILLANI

MANZIANA – Sant’Antonio e le terre di proprietà collettiva. 
Un binomio felice che rimanda all’antico, alle tradizioni contadine ma anche ad un ipotesi di sviluppo che rimetta al centro l’immenso patrimonio di questi enti, sopravvissuti al passato. 
E’ quanto accade in questi giorni a Manziana con una iniziativa che culmina sabato e domenica in una due giorni di grande interesse. 
Un appuntamento da non perdere tra approfondimenti, incontri, degustazioni e una immancabile benedizione degli animali. Con il termine Terre Comuni si indicano quei terreni di proprietà collettiva. Si va dai demani statali a quelli degli enti pubblici locali, in particoloare Università Agrarie. 
«Nel corso dei secoli – spiegano gli organizzatori – questi territori hanno assunto diverse forme di governo: le comunanze, le vicinie, le università agrarie, le partecipanze, le regole, solo per citarne alcune. Sono diffuse in tutta Italia, soprattutto nel Lazio, ma anche in Umbria (Comunanza di Castelluccio di Norcia), Abruzzo (Isola del Gran Sasso) e sulle Alpi (per esempio le Regole Ampezzane e la Magnifica Comunità di Fiemme). 
Anche all’interno del Comune di Roma resistono due Università Agrarie: quella di Cesano e quella di Isola Farnese, sulla Cassia. L’obiettivo della due giorni è valorizzare questi territori, farli conoscere e far conoscere, attraverso di essi, l’eccezionale patrimonio umano, sociale, storico, paesaggistico, naturalistico che hanno permesso di preservare». L’iniziativa, con la presentazione del progetto “In cammino verso le terre comuni” nasce dalla collaborazione tra le Università Agrarie di Manziana, Bracciano e Cesano e si tiene presso l’area riqualificata della “Solfatara” di Manziana.  Sabato e in programma un incontro di presentazione del progetto. A moderare ci sarà Emanuele Perugini giornalista scientifico esperto di comunicazione di tradizioni e prodotti identitari. Seguiranno gli interventi di  Alessio Telloni, Simone Rosati (Università di Milano) sul tema “le Università Agrarie quali spazi identitari e di inclusione sociale. 
La loro storia plurisecolare e il loro futuro”, Alessandro Pioli – Presidente Università Agraria di Cesano di Roma e Giovanni Ercolani – Presidente Università Agraria di Bracciano – in Cammino verso le terre comuni un progetto di condivisione. 
Nel pomeriggio in programma  monologo teatrale di e con Pietro Benedetti – “Allora ero giovane pure io” – spettacolo su temi come la salvaguardia del territorio e la conservazione delle antiche tradizioni, linfa vitale ed identità di una comunità, una improvvisazione in ottava rima e merenda e vin brulè a cura del Comitato spontaneo Festa S.Giovanni Battista. La domenica alle 12.30 benedizione degli animali con don Angelo Cordelli parroco di Manziana.

ULTIME NEWS