Pubblicato il

Hcs, Cozzolino: "Concordato giudicato ammissibile dal Tribunale"

Hcs, Cozzolino: "Concordato giudicato ammissibile dal Tribunale"

CIVITAVECCHIA – Il sindaco Antonio Cozzolino non si dice preoccupato per l’istanza di fallimento presentata da Mad nei confronti di Hcs e giudicata “del tutto irrilevante. Rappresenta allo stato dei fatti – ha spiegato – una semplice strumentalizzazione utile solo ai fini della boutade mediatica”. E questo alla luce della novità sottolineata propri dal primo cittadino: “Hcs ha già predisposto domanda di concordato, corredata di cifre, e questa è stata valutata ammissibile dal Tribunale di Civitavecchia. Nelle prossime settimane verranno presentati anche i piani di concordato relativi a Città Pulita, Ippocrate e Argo: il fatto che il Tribunale abbia giudicato ammissibile il piano di concordato su Hcs – ha aggiunto – è di buon auspicio affinchè anche questi altri vengano giudicati ammissibili. Il nostro piano di concordato su Hcs ora sarà sottoposto all’attenzione dei creditori, che lo voteranno successivamente in assemblea. Nel caso in cui i titolari del 51% del credito accetteranno il piano di concordato, questo sarà reso definitivo ed omologato. Per questo ad oggi l’istanza di fallimento di Mad è irrilevante”

E parla di “tentato terrorismo mediatico” da parte dell’ex consigliere Pietro Tidei. “Folli sono le cifre sparate a caso da Tidei – ha sottolineato Cozzolino – è assolutamente falso che si siano accumulati 60 milioni di debiti in 3 anni così come è completamente falso che le partecipate ad oggi perdono 10 milioni di euro l’anno. Così come è falso che paghiamo stipendi e consulenze spropositate: le nostre spese, consultabili su internet e che hanno prodotto un piano ammesso dal Tribunale, sono circa un terzo di quelle spese dalla amministrazione Tidei e che hanno prodotto un piano bocciato dal Tribunale. Del resto già un ente autorevole come la Corte dei Conti ha promosso a pieni voti il piano di risanamento dei conti del Comune presentato da quest’amministrazione e non saranno di certo le bugie di Tidei padre e del consigliere Grasso a scalfire la credibilità della bontà del nostro operato. La strada da noi tracciata è chiara – ha aggiunto il primo cittadino – il pagamento dei debiti tramite il concordato, una nuova partecipata (Civitavecchia Servizi Pubblici) che partirà come un’azienda normale da zero, con un piano industriale in equilibrio e con gli investimenti necessari a rendere i servizi finalmente efficienti e degni delle tasse che pagano i cittadini”. 

ULTIME NEWS