Pubblicato il

Rigopiano, crollo fatale per le vittime

«Per i primi sei casi le cause dei decessi sono diverse una dalle altre. In alcuni casi sono morti immediate per schiacciamento, in altri c’è concorrenza di cause: schiacciamento, ipotermia e asfissia». 
A dirlo il procuratore aggiunto di Pescara Cristina Tedeschini, facendo il punto in conferenza stampa sulle indagini sulla tragedia del Rigopiano. La pm ha precisato che al momento la procura «ha già ordinato, fatto effettuare e acquisito i risultati di sei autopsie», mentre sono «in corso di conferimento gli incarichi per effettuare altre sei autopsie». ‘’Dai risultati delle prime sei autopsie non abbiamo casi di esclusiva ipotermia’’ ha concluso il procuratore.
Intanto le vittime salgono a 25, mentre i dispersi sono ancora 4. I Vigili del fuoco hanno recuperato un altro corpo senza vita, non ancora identificato, di sesso femminile.
«Prima di parlare con i soccorritori non pensavamo ad una valanga ma a un terremoto molto forte» ha detto Giorgia Galassi in una conferenza stampa a Giulianova, sopravvissuta insieme al fidanzato Vincenzo Forti alla tragedia dell’Hotel Rigopiano. (Adnkronos)

ULTIME NEWS