Pubblicato il

Si riunisce il mercato

Si riunisce il mercato

Da oggi l'ittico è tornato al suo posto. Tanta gente e tanti curiosi al mercato coperto di piazza Regina Margherita. Ora mancano solo le superfetazioni. D'Antò: "Ringrazio gli operatori dell'ittico per aver mantenuto la parola data"

CIVITAVECCHIA – Un passo importante per la riunificazione del mercato, quello di oggi, con gli operatori dell’ittico che dopo anni e anni di attesa sono rientrati all’interno della struttura rinnovata di piazza Regina Margherita. 

Tanti i civitavecchiesi che questa mattina, con curiosità, si sono recati al mercato coperto per un “tuffo nel passato”. Dopo oltre sei anni, infatti, gli operatori sono tutti riuniti, eccezione fatta per le superfetazioni che al momento rimarranno a piazza XXIV Maggio, nelle casette di legno. 

“Finalmente – ha commentato qualche cliente – il mercato oggi si è riunito, come era prima. Aspettava,o da tempo questo rientro dei pescivendoli”. Soddisfatti anche i commercianti a sede fissa, che da tempo chiedevano una riunificazione importante dei diversi settori del mercato. 

L’assessore D’Antò ha commentato positivamente la notizia: “Sono felice di constatare che oggi lo spostamento degli operatori del mercato ittico è andato a buon fine presso la struttura a loro dedicata. Il mercato coperto è quindi finalmente ricongiunto e macellai e pescivendoli possono tornare ad operare uniti come avveniva fino a 6 anni fa. Con oggi quindi si chiude un altro capitolo della complicata vicenda che ha visto una riqualificazione difficile, dai costi lievitati in maniera spropositata e che è durata troppi anni. Ringrazio gli operatori per aver mantenuto la parola data e quindi non aver fatto problemi nel rientro dopo le festività natalizie. Ora – spiega l’assessore – l’ufficio procederà con lo smontaggio del tendone che li ha ospitati “provvisoriamente” per 6 anni circa e, attraverso il bando di idee per la riqualificazione delle restanti aree del mercato daremo le risposte mancanti alla città e agli operatori delle superfetazioni, ultimi che attendono di tornare al proprio posto. Alla fine – ha concluso – del nostro mandato quindi avremo riconsegnato alla città un mercato unito, bello, funzionale e che soddisfi le esigenze sia dei cittadini che di quanti ci lavorano. Va ricordato da dove siamo partiti: un mercato diviso in tre parti, con tanti problemi burocratici e funzionali rimasti irrisolti da anni ed un tessuto lavorativo malridotto dalle mancanze della pubblica amministrazione”.

Ilenia Polsinelli

ULTIME NEWS