Pubblicato il

''La mia decennale esperienza al servizio dei cittadini''

''La mia decennale esperienza al servizio dei cittadini''

ELEZIONI AGRARIA. Intervista a tutto campo al candidato presidente Pietro Vernace: «L’invito all’astensionismo è da irresponsabili»

ALLUMIERE – A pochi giorni dalle elezioni dell’Università Agraria, si vota il 12 febbraio, abbiamo incontrato il candidato presidente dell’unica lista che concorre a questa tornata elettorale, Pietro Vernace.

Cosa l’ha spinto a volersi rimettere in gioco dopo 10 anni da amministratore?

«La voglia di mettermi continuamente alla prova, di affrontare sfide sempre nuove e, soprattutto, l’amore che nutro nei confronti del mio paese che mi ha dato tanto e a cui voglio ridare tanto anche io – spiega Vernace – ritengo inoltre che la mia decennale esperienza da amministratore, così come quella degli altri amministratori uscenti, che come me hanno accettato di rimettersi in gioco, è da considerare un punto di forza in più ed un incentivo ai più giovani della lista».

E’ il solo candidato a presidente di una sola lista, cosa ne pensa?

«Trovo triste e sconfortante che in una comunità ricca di voglia di fare come quella allumierasca le altre forze politiche non abbiano voluto fare una lista a noi concorrente. Il contrasto politico, sempre franco e rispettoso dell’avversario, sono il pane quotidiano della politica e questa mancanza non è vero che faciliti la vita di un’amministrazione o di una lista elettorale.

I punti del programma che le stanno particolarmente a cuore?

«La lotta all’inquinamento e alle discariche abusive che, sfortunatamente, troviamo sul nostro territorio; la regolarizzazione di tutti gli immobili che hanno i requisiti a norma di legge, presenti sui terreni del nostro territorio; la revisione di tutti i terreni liberi e ricollocazione agli utenti; incremento di aziende agricole e bandi per giovani imprenditori; l’incremento e il miglioramento della viabilità rurale; incremento della zootecnia e miglioramento filiera; innovazione e sviluppo dell’agricoltura».

Un commento sugli inviti all’astensionismo che stanno facendo alcune forze politiche locali…

«Offensivi nei confronti dei propri concittadini, così dimostrano nient’altro che la loro incapacità ad essere un’opposizione responsabile e matura. Invitare all’astensionismo è la peggiore forma di opposizione politica, vorrei far presente che come esponente del PD, io ed il mio partito abbiamo sempre invitato ad andare a votare la cittadinanza, come ad esempio per il referendum sulle Trivelle, ma a qualcuno forse è sfuggito. Non andare a votare non danneggia me e la mia lista ma l’intera comunità che vedrebbe commissariato un Ente vitale e, vista la ancora perdurante crisi occupazionale, fondamentale per lo sviluppo socio-economico del nostro Territorio. In caso di commissariamento si bloccherebbero anche dei progetti già approvati e finanziati e, come già detto, non ce lo possiamo permettere come territorio».

Vernace, lanci un appello agli elettori:

«Andate a votare e fatelo numerosi per il bene del territorio e del paese». (Rom. Mos.)

ULTIME NEWS