Pubblicato il

Usb Pubblico impiego: "Comportamento inaccettabile"

Usb Pubblico impiego: "Comportamento inaccettabile"

Il sindacato punta il dito sull’amministrazione comunale: "Gare di appalto con contratti a ribasso che incidono sulla qualità del servizio e sugli stipendi già poverissimi"

CIVITAVECCHIA – “L’Usb Pubblico impiego Civitavecchia ritiene non più accettabile il comportamento antisindacale di questa amministrazione comunale”.
Parole dure quelle del sindacato che punta il dito sui pentastellati accusandoli di continuare «a proporre gare di appalto con contratti a ribasso andando ad incidere solo e soltanto sulla qualità del servizio da erogare, sugli stipendi già poverissimi e nemmeno pagati e sulle condizioni  di lavoro e di famiglia degli operatori”. 

Il sindacato si chiede se questo sia il frutto di due anni “circa di studio  da parte dell’amministrazione comunale per arrivare a creare queste situazioni? Il perdurare  e il perseverare però aggrava sempre più i danni; dopo l’appalto vergognoso  della casa di riposo villa Santina, ecco che ci propongono quelli delle pulizie del Tribunale e degli uffici e servizi del Comune con ribassi veramente da follia umana. Ma come si può – aggiungono – pensare che una qualsiasi lavoratrice possa eseguire bene il proprio lavoro di pulizia al Tribunale con solo 8 ore a settimana, cioè con circa 1 ora e 15 minuti al giorno?  Ma come si può pensare che una qualsiasi lavoratrice possa campare con il misero stipendio di circa 32 ore mensili? Come si può pensare ad uno spacchettamento e a una divisione dei lavoratori? L’appalto è unico ed indivisibile quindi  i lavoratori devono essere riassunti tutti insieme”.

Dall’Usb Pubblico impiego fanno la voce grossa: “La gara quindi deve essere annullata in autotutela accompagnata dall’allontanamento – puntano il dito – dimissioni  di chi ha prefabbricato questo abominevole contratto al ribasso. Riteniamo pertanto bocciata la politica sindacale di questa amministrazione che gioca – dichiarano – spesso sulla pelle di chi lavora che ha il diritto costituzionale ad  essere regolarmente  e degnamente retribuita; pensiamo inoltre – proseguono – che l’amministrazione comunale debba  anche farsi garante in queste situazioni  nella stesura della gara di appalto”. 

Dal sindacato non rinunciano ad un’ulteriore stoccata nei confronti dei pentastellati. 

“Invece – concludono dell’Usb Pubblico impiego – niente soltanto contratti al ribasso tanto per far vedere che si risparmia e si gestisce meglio il bene pubblico, alla faccia dei diritti dei lavoratori e delle loro famiglie”.

ULTIME NEWS