Pubblicato il

Helyos, prosegue la lotta dei lavoratori

Helyos, prosegue la lotta dei lavoratori

Cozzolino: "Sento mio dovere esprimere la mia totale vicinanza e chiedo a quanti si trovassero a subire gli effetti della mobilitazione di essere pazienti". Ancora niente stipendi per i dipendenti del consorzio che scendono in piazza per avere garanzie sul futuro

CIVITAVECCHIA – “Come annunciato alla fine della scorsa settimana, i lavoratori HelyosFm Srl dell’appalto per le pulizie, e i servizi tecnici e logistici presso gli uffici del Comune di Civitavecchia, sono di nuovo in piazza”.

Lo dichiarano i lavoratori e la rappresentanza sindacale Filcams Cgil che proseguono: “In piazza per affermare i diritti elementari che anche la Costituzione difende, ma – puntano il dito – che l’azienda appaltatrice continua ad ignorare. Di nuovo venerdì scorso La Filcams Cgil, ha ottenuto da HelyosFm/consorzio Unilabor, l’assicurazione (verbale) che gli stipendi di dicembre sarebbero stati immediatamente erogati, ma ad oggi nessuna – sottolineano – evidenza pare onorare la parola data, e i lavoratori sono lasciati sistematicamente nell’incertezza.  Quando percepiranno – si domandano – quanto loro dovuto? Quando avranno la certezza di avere un trattamento contributivo regolare? Prenderanno la liquidazione a fine contratto, prima del subentro del nuovo appaltatore, o dovranno nuovamente lottare? Ad oggi – concludono lavoratori e rappresentanza sindacale – il futuro porta solo dubbi, e le 87 madri e i padri di famiglia in forza alla HelyosFm sono stremati. Ma non per questo disposti a diventare strumento di chi vuole usarli a fini estranei alla lotta per i loro sacrosanti diritti”.

I lavoratori sono sempre più determinati nel procedere per la strada presa.

Intanto arriva anche la solidarietà del sindaco pentastellato, Antonio Cozzolino.

“Sono indignato – dichiara – oltre che addolorato, nell’assistere al continuo stillicidio, pratico ed emotivo, a cui sono sottoposti i lavoratori della Helyos. La cosa più grave – spiega il primo cittadino – è invece la condotta della società in questione. È infatti dal nostro insediamento che la Helyos/Unilabor sta utilizzando questi lavoratori per fare pressione sul Comune, pur conoscendone la sofferente situazione economica e ben sapendo che l’amministrazione ha fatto l’impossibile per onorare quanto doveva, con totale indifferenza per i gravi disagi causati ai lavoratori  interessati. Questa volta, poi, si è superato il segno visto che il Comune ha versato già da giorni tutto il dovuto, ma che, ad oggi, non risultano partiti i bonifici degli stipendi”.

Una vicenda che va ormai avanti da molto e Cozzolino mette quindi in chiaro la situazione e appoggia i lavoratori in sciopero: “Sento mio dovere esprimere ai lavoratori la mia totale vicinanza e, nel continuare – domanda – a fare quanto in mio potere per vedere risolta la situazione, chiedo ai dipendenti comunali e a quant’altri si trovassero a dover subire gli effetti della annunciata mobilitazione, di essere pazienti e mostrare solidarietà. Esprimo inoltre – aggiunge il sindaco Cozzolino – vicinanza ai lavoratori del Tribunale che, su disposizione del Ministero di Grazia e Giustizia, sono stati scorporati dall’appalto ed affidati a nuova ditta con una decurtazione oraria e salariale incomprensibile visto che l’entità dei servizi richiesti è rimasta inalterata. Una decurtazione – evidenzia il primo cittadino – che getta i lavoratori e le loro famiglie, di cui molti monoreddito, in una situazione di estrema difficoltà. Voglio augurarmi – conclude il Sindaco – che almeno in questa vicenda, che passa sulla pelle dei lavoratori, si evitino inutili e dannose strumentalizzazioni e si ponga in essere una produttiva sinergia, come già accaduto con alcuni dei soggetti coinvolti, tra istituzioni, sindacati e forze politiche, al fine di individuare soluzioni che garantiscano un futuro dignitoso ai lavoratori e consentano una gestione ottimale dei servizi”.

ULTIME NEWS