Pubblicato il

Authority, il Codacons chiede all'Anac di vigilare sulla trasparenza

Authority, il Codacons chiede all'Anac di vigilare sulla trasparenza

Sabrina De Paolis: "Mancano alcuni dati sui siti internet istituzionali"

CIVITAVECCHIA – Il Codacons chiede all’Anac verificare la corretta applicazione delle norme sulla trasparenza e anticorruzione per quanto riguarda le Authority portuali.

Per quanto riguarda il porto di Civitavecchia interviene Sabrina De Paolis: “Segnaliamo che, fino a che questa associazione non ha interessato della cosa il direttore generale dei porti del Mit, Pujia, sul sito non era ancora pubblicato il decreto ministeriale della nomina di Francesco Maria di Majo (impedendo, di fatto, la possibilità per chiunque avesse voluto impugnare la sua nomina al Tar, di poterlo fare). A tutt’oggi – continua De Paolis – non è pubblicato il curriculum del presidente. Numerose altre lacune e mancanze: la voce “revisori dei Conti”, oltre ad comparire, insieme a quella del “presidente” nell’area “personale” (entrambi non sono dipendenti dell’Adsp), è datata 2013, quindi, oltre a non conoscere chi sono stati i revisori nel 2014, 2015 e 2016, non conosciamo neanche i loro compensi. Idem per la sezione ‘‘consulenti e collaboratori’’, ferma al 2015. Mentre – conclude De Paolis – all’associazione pervengono segnalazioni che vedono conferiti incarichi per consulenze legali esterne. Assenti anche le posizioni organizzative, cv ed emolumenti, percepiti di titolari di deleghe o funzioni dirigenziali”.

ULTIME NEWS