Pubblicato il

C'è intesa tra comitato di zona di Cerenova e Amministrazione

CERVETERI – Sia pure in condizioni dialettiche abbastanza vivaci, il rapporto tra il Comitato di zona Cerenova Campo di Mare il cui patron nonché tenace animatore è l’ecclettico colonnello in pensione dell’Aereonautica Enzo Musardo, assume una definita connotazione di civile e stretto rapporto di collaborazione con l’Amministrazione Ciò si evince dall’ultimo incontro avuto domenica mattina, presso il Centro polivalente, tra il Comitato e il sindaco Pascucci, accompagnato dall’assessora all’ambiente Elena Gubetti, fortemente impegnata nel portare a regime, proprio in un posto “difficile come Cerenova, la raccolta differenziata porta a porta. A dire il vero all’incontro poco partecipato, vi erano circa una ventina di persone, tanto da provocare un rimprovero da parte di Musardo agli aderenti, i quesiti posti  sembrano essere sempre gli stessi, come ha lamentato anche il sindaco, ma c’è da dire, come ribatte Musardo, che sono sempre gli stessi perché non se ne porta a soluzione neanche uno. Si chiede al sindaco di provvedere circa la messa in sicurezza degli attraversamenti pedonali sull’Aurelia per raggiungere le fermate dei bus Cotral in ambo i sensi, direzione Civitavecchia, le più pericolose per chi esce dalla frazione e anche direzione Roma, in quanto non esistono neanche delle strisce pedonali. Le fermate sono a ridosso di due impianti semaforici a direzioni multiple che rendono  impossibile avere la possibilità di attraversare la strada, e parliamo della statale Aurelia, intensamente trafficata, senza che passino macchine. Il comune non può intervenire perché la competenza è dell’.Anas, che però non provvede. Allora si chiede al Cotral di deviare i percorsi all’interno della frazione, come fa a Ladispoli. Non si può fare. Ma allora chiede il Comitato al sindaco, forse ci vuole più incisività nella richiesta. Il Comitato offre la disponibilità a mobilitare anche delle forze volontarie per servizi di utilità sociale. Pascucci, annuncia più strade da asfaltare visto il risparmio del trenta per cento ottenuto dall’offerta al ribasso della ditta appaltatrice chiede al comitato l’elenco di quelle che ritiene più bisognose di intervento. Qualche muso storto c’è come è fisiologico che sia ma il rapporto va avanti più convinto.

ULTIME NEWS