Pubblicato il

Orti urbani a Torre d'Orlando

Orti urbani a Torre d'Orlando

CIVITAVECCHIA – Perché non utilizzare almeno parte di Torre d’Orlando per il progetto degli orti urbani? L’idea è dell’Ater, con il commissario Antonio Passarelli che ha sempre sostenuto questo virtuoso progetto, «utile – lo ha sempre definito – per la mente e per le tasche». 
E alla luce dell’approvazione alla Pisana dell’odg presentato da SeL, che impegna la Regione a mettere in campo tutte le iniziative utili a favorire ulteriormente questa pratica, facendo esplicito riferimento anche ai terreni di proprietà o di competenza della Regione stessa situati in aree urbane e peri-urbane, inutilizzati o disponibili per le iniziative, anche attraverso il coinvolgimento degli Enti locali, delle Ater e degli Enti pubblici non economici, l’Ater ha intenzione di accelerare. 
«Già la prossima settimana – ha spiegato Passarelli – avvieremo una ricognizione delle nostre ree verdi e degli spazi che potrebbero essere utili al progetto». E qui rientra proprio Torre d’Orlando, area di proprietà dell’Ater sulla quale si sarebbero dovuti costruire nuovi alloggi, ma che a causa dei costi elevati per le opere di urbanizzazione è rimasta da tempo inutilizzata. «Un’area nella nostra disponibilità – ha aggiunto Passarelli – che potrebbe servire anche per altri progetti simili. L’odg approvato in Regione ci aiuta nell’attivare questo processo. Sentiremo anche il Comune per coinvolgerlo e valutare la presenza di aree da mettere a disposizione».  

ULTIME NEWS