Pubblicato il

''Contrari ad una sola lista''

''Contrari ad una sola lista''

Rifondazione comunista si rimette alla scelta dei cittadini

ALLUMIERE – Rifondazione Comunista Federazione di Civitavecchia dice la sua in merito alla cause che hanno portato alla presentazione di una sola lista per il rinnovo del consiglio universitario. «Cause che non dovrebbero sfuggire neanche a chi ha determinato che si arrivasse a tanto e che ora si scandalizza e lancia accuse ad altri di voler commissariare l’Ente. Per noi di Rifondazione il sintomo principale risiede nel fatto che è subentrata, in questi ultimi anni, nei cittadini di Allumiere, la percezione dell’ineluttabilità della vittoria del PD ad ogni competizione elettorale. Ineluttabilità che alimenta la ‘’rassegnazione’’ e l’impotenza di competere per una seria alternanza del governo delle Istituzioni locali. L’assenza di un’alternativa e l’egemonia del potere, produce il distacco e l’affievolirsi del senso stesso di comunità. Tutto ciò è confermato anche dalle parole che l’onorevole Pietro Tidei ha rilasciato in una recente intervista, dichiarando che ad Allumiere è stato commesso, da parte del PD, un grave errore aggiungendo che in democrazia devono esistere una maggioranza e una minoranza; che non si può pretendere di inglobare tutto e il contrario. Rifondazione in questi anni ha sempre dimostrato, per il bene dei cittadini di Allumiere, di saper rinunciare a poltrone molto importanti; di favorire l’interesse collettivo delle nostre amministrazioni locali, penalizzando il nostro stesso partito. La nostra Federazione non avrebbe mai accettato di partecipare a una competizione elettore dove è presente una sola lista; altri, pur di rimanere ancorati al potere, procedono sereni e tranquilli, lanciando a destra o a manca sterili accuse. La nostra stella polare sono i cittadini: saranno loro a decidere il 12 febbraio; noi li rispetteremo, qualunque sia l’esito delle elezioni».

ULTIME NEWS