Pubblicato il

''Mi candido per senso di solidarietà civile''

ELEZIONI UNIVERSITA' AGRARIA. Intervento di Daniele Cimaroli in corsa per una poltrona da consigliere

ELEZIONI UNIVERSITA' AGRARIA. Intervento di Daniele Cimaroli in corsa per una poltrona da consigliere

ALLUMIERE – «Mi candido per senso di solidarietà civile». Ad esprimersi così Daniele Cimaroli candidato della lista ‘’Insieme per Allumiere’’. «Quando sono stato interpellato per la candidatura all’Università Agraria all’inizio ho detto no, come avrebbero risposto la maggior parte dei miei coetanei, scettici e disinteressati nel momento in cui sono messi di fronte alla parola politica. Con il senno di poi, però, non potevo non fare una considerazione più approfondita: è molto più facile oggi criticare un sistema da fuori e nascondersi dietro ad un semplice no, piuttosto che prenderci le nostre responsabilità e mettersi in gioco per il bene della comunità». Cimaroli poi continua: «Se saremo eletti dovremo portare avanti l’ottimo lavoro dell’amministrazione uscente, finalizzando alcuni progetti già avviati, potenziando la produzione e la commercializzazione della carne biologica e affinando la gestione del frantoio. Dovremo impegnarci fattivamente nella gestione dell’uso civico, che è alla base dell’ente agrario che, rigenerato e reinserito nel contesto odierno, può produrre beneficio non solo all’ente stesso ma soprattutto all’utenza, favorendo ove possibile forme di occupazione. Credo inoltre che le nostre ‘’bandite’’ abbiano bisogno di un profondo restyling. Ristrutturare fontanili e ripristinare staccionate e ‘’rimessimi’’, correlate alla creazione di ippovie e percorsi tracciati porterebbe linfa vitale ad un turismo rurale, dedito alla scoperta della nostra bellissima maremma».

Secondo questo giovane candidato fa l’appello al voto: «Invito tutti il ad andare a votare non solo perché il mancato raggiungimento del quorum implicherebbe il commissariamento dell’Ente; esorto ad andare a votare con un sentimento di fiducia e speranza, consapevoli di vivere in un territorio ricco di risorse che, se ben gestite, produrranno benefici all’ intera comunità. L’unica promessa che faccio è il mio totale impegno e l’unica cosa che tutti noi della lista ‘’Il futuro è nelle nostre terre’’ possiamo dire ad alta voce è che ‘’Noi la faccia ce la stiamo mettendo’’ al contrario di chi critica e si nasconde dietro un semplice no».

ULTIME NEWS