Pubblicato il

Quattro proposte per costruire il futuro della centrale

Quattro proposte per costruire il futuro della centrale

Conclusa la seconda fase del concorso di progetti per l’impianto Enel di Montalto di Castro

MONTALTO – Si è conclusa la seconda fase del concorso di progetti per la centrale di Montalto di Castro: sono quattro le proposte progettuali presentate che verranno esaminate con il supporto del Politecnico di Milano per poi essere sottoposte alla Commissione Giudicatrice, composta da Enel, PoliMi, Università e istituzioni locali. Valorizzare il territorio è l’elemento comune delle idee per dare nuova vita all’impianto ‘‘Alessandro Volta’’. «Prosegue il percorso che vede Enel impegnata insieme alle istituzioni locali per individuare proposte condivise con il territorio per il futuro del sito della centrale “Alessandro Volta” – affermano dall’Enel – Il 3 febbraio si è chiusa la seconda fase del concorso di Progetti avviato a maggio 2016, che ha raccolto quattro proposte progettuali, complete di relative offerte economiche vincolanti. A candidarsi per “costruire il futuro” dell’area sono soggetti italiani, tra realtà imprenditoriali e professionisti di livello nazionale e internazionale. L’elemento comune delle quattro proposte è la volontà di valorizzare la maggior parte delle strutture già esistenti, vestendole di funzioni completamente nuove all’insegna della sostenibilità».

«Il futuro del sito della centrale Alessandro Volta – spiega la società elettrica – potrà quindi svilupparsi in settori come agroalimentare, turistico/ricettivo e culturale, con idee che spaziano dalla coltivazione fuori terra con metodologie innovative alla creazione di poli formativi e centri congressi, con proposte volte a creare valore per il territorio che ospita l’impianto. Le proposte progettuali verranno ora esaminate con il supporto del Politecnico di Milano per poi essere sottoposte alla Commissione Giudicatrice, composta da Enel, PoliMi, Università e istituzioni locali. La centrale Alessandro Volta è uno dei 23 impianti termoelettrici non più competitivi sul cui futuro Enel ha avviato un’ampia riflessione per individuare soluzioni sostenibili e condivise nell’ambito del progetto “Futur-E”, lanciato ad aprile 2015».

ULTIME NEWS