Pubblicato il

I sinti arrestati tre anni fa dalla Polizia di Tarquinia

I sinti arrestati tre anni fa dalla Polizia di Tarquinia

Gli esperti ladri, bloccati l’altro giorno dalla Dia, hanno colpito anche nel Viterbese

TARQUINIA – Hanno commesso furti anche a Tarquinia e nel Viterbese i componenti delle famiglie di etnia sinti bloccati l’altro giorno a Cerveteri in un blitz condotto dalla Dia in collaborazione con i Carabinieri e la Guardia di Finanza. Una maxi operazione che ha portato al sequestro di beni per oltre 30 milioni di euro, tra cui ville lussuose già note ad alcuni agenti della Polizia di Tarquinia che arrestarono Cavazza e i Fusser. Gli esperti in furti vennero inseguiti dagli abili agenti della polizia di Tarquinia dopo un tentativo di furto ai danni di ville della città. Durante le perquisizione all’interno delle residenze con piscina dei sinti, situate a ridosso della zona archeologica di Cerveteri, venne trovata della refurtiva, poi restituita, che era provento di furti commessi anche a Tuscania e Viterbo.

ULTIME NEWS