Pubblicato il

Pascucci rassicura sulla chiusura della palestra

Pascucci rassicura sulla chiusura della palestra

È lo stesso primo cittadino a rassicurare i dubbi emersi sulla pagina Facebook ‘‘Socialis per Cerveteri’’. Il commento: «Il problema riguarda solo la palestra. Il plesso non corre rischi strutturali»

di TONI MORETTI

CERVETERI – ‘‘Socialis per Cerveteri’’ è una pagina di Facebook di autori sconosciuti che ‘‘nasce come movimento politico ispirato al rispetto dei valori sociali. Siamo convinti di condividere, valori principi e obiettivi socialmente utili per uscire dalla crisi sociale che questo sistema ha creato. Il movimento è aperto a tutti i cittadini che volessero partecipare attivamente ad azioni politiche mirate o che semplicemente desiderano sostenere le nostre iniziative”. Per una volta, si vuole dare risposta, nonostante l’anonimato, ad un quesito/preoccupazione che pone circa la chiusura temporanea della palestra del plesso di Cerenova in via Castel Giuliano. Chiedono: «C’è o non c’è un pericolo strutturale?». La risposta e i chiarimenti li fornisce direttamente il sindaco Pascucci che dichiara: «La preside dell’Istituto Marina di Cerveteri, ha segnalato presenza di umidità nella palestra del plesso di via Castel Giuliano. I tecnici comunali hanno effettuato tempestivamente un primo sopralluogo rilevandola. Per tanto per problemi di salubrità ho emesso ordinanza di chiusura per provvedere alla risoluzione del problema. Approfittando di questo, è stato dato incarico ad un tecnico specializzato in verifiche di tenuta strutturale per verificare se infiltrazioni d’acqua avessero arrecato anche danni di quel tipo. Questo tecnico ha già fatto una prima prova venerdì e farà quella di verifica e definitiva martedì. A fine quindi della prossima settimana sapremo se ci sono problemi di quel tipo o meno e come e in che tempi si possono risolvere. Il problema riguarda soltanto la palestra e nessuna altra parte del plesso né è interessata né tantomeno corre rischi strutturali. È tutto a norma e agibile come d’altronde una scuola deve essere». 

ULTIME NEWS