Pubblicato il

''Si lavori in sinergia''

''Si lavori in sinergia''

AGRARIA. Il più eletto dei consiglieri, Daniele Cimaroli, punta su un gruppo coeso. Il secondo degli eletti Paolo Travagliati: «Fontana Tonna decisiva per la vittoria»

ALLUMIERE – Dopo 2 giorni dal risultato elettorale prendono la parola i due candidati che hanno ottenuto più voti: Daniele Cimaroli e Paolo Travagliati.

Colui che ormai per tutti è ‘’Mister preferenze’’, cioè Daniele Cimaroli (321 voti) è già pronto a lavorare in sinergia. «Partendo dal presupposto che l’affluenza alle urne di domenica e il raggiungimento del quorum è stato, secondo me, un forte segnale di senso civico della solidale popolazione di Allumiere – spiega Cimaroli – vorrei ringraziare tutti gli elettori che hanno sostenuto la nostra lista ‘’Insieme per Allumiere’’ e, soprattutto coloro che, sottoscrivendo la loro preferenza per la mia candidatura da consigliere mi hanno permesso di raggiungere un grande risultato». «Ora il nostro compito fondamentale è quello di creare un gruppo coeso che lavori in sinergia – aggiunge – dove a prescindere dai vari schieramenti politici ci sia l’intento di lavorare al meglio a favore della nostra meritevole comunità. D’altro canto interagire e saper sfruttare le qualità di ogni singolo consigliere dovrà invece essere il must di chi coordinerà il gruppo in modo che la non presenza di opposizione potrebbe essere per la prima volta un valore aggiunto a favore della gestione dell’Ente». Cimaroli poi conclude così: «A mio parere l’Agraria ha il diritto di essere gestita con un forte senso di responsabilità, con la consapevolezza delle potenzialità del nostro territorio. Il mio auspicio è che l’agricoltura e il turismo rurale diventino nel giro di pochi anni il motore trainante della nostra comunità cambiando radicalmente la mentalità che fino ad ora ha visto la terra come un passatempo secondario e mai come possibilità di sviluppo economico del nostro territorio».

Anche per Paolo Travagliati quello di domenica è stato un buon risultato: «Sono felice e – spiega Travagliati – ringrazio tutto il Movimento Fontanatonna che mi ha appoggiato e supportato. E’ doveroso ricordare a tutti che creare una lista competente di 12 persone per noi fontanaroli non è stato possibile e quindi, piuttosto che ritrovarci fuori dalla competizione politica per le elezioni dell’Agraria (eventualità che per noi sarebbe stata inopportuna perche è nostro obiettivo poter contribuire alla crescita del paese e del territorio) abbiamo optato per un’altra soluzione. Un grande ringraziamento va a tutti coloro che, votandoci, hanno compreso la nostra scelta politica e a tutto il paese che ha risposto positivamente. Infine faccio i complimenti al nuovo presidente Vernace ed in particolar modo a Daniele Cimaroli come primo dei candidati. Faccio, però notare che, con la nostra presenza nella coalizione, per alcuni scomoda, abbiamo portato 219 voti che hanno permesso all’Ente di avere un presidente con una bella squadra di giovani scongiurando il commissariamento. È poi doveroso elogiare, sopratutto in un periodo di totale menefreghismo verso l’attivismo politico, il coraggio delle 2 giovani ragazze Martina Stampigioni e Erika Fracassa che ci hanno messo la faccia e che verranno coinvolte nella realizzazione dei progetti da concretizzare. Attendo impaziente di poter iniziare per dare il mio contributo alla causa e per questo, insieme agli attivisti del movimento, ci metteremo subito al lavoro. Diversamente da una parte della classe politica del nostro paese che ha preferito stare alla finestra noi abbiamo affrontato questa esperienza con senso di responsabilità per una visione futura del paese. Vorrei far notare che abbiamo iniziato e concluso questa campagna elettorale con la massima umiltà, senza arroganza e senza offese ma con la consapevolezza che l’eventuale commissariamento sarebbe stata una sconfitta non sol o elettorale ma anche sociale che avrebbe creto problemi a tutta la collettività. Come Movimento Fontana Tonna ci teniamo a sottolineare che tutto questo polverone per una sola lista escludendo quindi un eventuale opposizione, giustamente evidenziata da onorevoli fonti, ci risulta inappropriata se pensiamo che in questi ultimi 5 anni dell’ormai passata amministrazione, tranne quella portata avanti dal consigliere indipendente Zannoni, c’è stata una totale assenza in tal senso. Ci dispiace in oltre aver assistito al fatto che ci sono stati consumati eccessivi sfoghi e sono stati fatti ridicoli picchetti di altri tempi che non sono certo da esempio per tutti coloro che hanno voglia ed interesse nel voler affacciarsi allo scenario politico paesano».

ULTIME NEWS