Pubblicato il

Taxi, protesta anti-Uber

Taxi, protesta anti-Uber

Fiumicino. Navette alternative di Adr per i passeggeri. Disagi limitati al Leonardo Da Vinci

FIUMICINO – Giornata calda ieri a Fiumicino per la protesta dei tassisti contro ‘l’emendamento Uber’ in votazione al Senato, agitazione che sta privando del servizio taxi gli aeroporti di Fiumicino e Ciampino. I tassisti, «in agitazione in tutta Italia», dicono dalla piazza, si scagliano contro il maxi emendamento del decreto Mille Proroghe, sul quale il governo ha posto la questione di fiducia. Il provvedimento e’ l’accusa dei conducenti di taxi, «spiana la strada alle multinazionali come Uber» perche’ l’emendamento Lanzillotta rinvia al 31 dicembre il termine entro il quale il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti deve emanare le norme volte ad impedire l’esercizio abusivo del servizio di taxi e di noleggio con conducente.
Effetti limitati comunque sugli aeroporti di Fiumicino e  Ciampino per i passeggeri che non possono usufruire del servizio taxi, a  causa dell’improvvisa manifestazione nazionale. Fine dalle prime ore della  mattina, Aeroporti di Roma ha messo a disposizione su entrambi gli scali, un  servizio gratuito di navette sostitutive, per agevolare i viaggiatori nei  trasferimenti verso Roma. Il personale aeroportuale sta indirizzando i  passeggeri anche a utilizzare gli altri mezzi di trasporto regolarmente  operativi, come il treno e il servizio bus. Garantito il servizio per le categorie protette.

ULTIME NEWS