Pubblicato il

Torna l’atteso ‘‘Io faro carnevale’’

Torna l’atteso ‘‘Io faro carnevale’’

Domenica alle 15 si terrà la ventunesima edizione della sfilata di maschere e carri allegorici cittadina, patrocinata dal comune di Civitavecchia e dalla Fondazione Cariciv 

CIVITAVECCHIA – Torna l’atteso ‘‘Io faro carnevale’’. Prevista per domenica, alle 15, la ventunesima edizione della sfilata di maschere e carri allegorici cittadina, patrocinata dal comune di Civitavecchia e sostenuta dal contributo della Fondazione cassa di risparmio di Civitavecchia.

La kermesse partirà da via Rodi, sulla strada Mediana per arrivare a viale Garibaldi che accoglierà la sfilata con  una festa e che si protrarrà dall’arrivo dei carri fino a tarda sera.

«Come da tradizione partecipano tutte le scuole e molte associazioni culturali e sportive locali con centinaia di figuranti che aderiscono ai gruppi  che anche quest’anno faranno riferimento ai quartieri cittadini – ha commentato il direttore artistico Gioia Lestingi – e due saranno i grandi temi che animeranno la sfilata, le favole di Cenerentola per San Gordiano e Alice nel paese delle meraviglie per Aurelia, e poi narrazioni più mature come C’era una volta il West per San Liborio,  La belle epoque per Cisterna Faro, C’era ‘na vorta quer che c’era per Boccelle e Sua maestà la musica per il centro storico.

«La novità di questo anno sarà la  partecipazione, con un proprio carro, di due associazioni nazionali che operano nel sociale:  “Curvy Pride” e “Venere in Carne” – ha dichiarato Roberta Galletta portavoce del coordinamento – un tema molto importante e sentito con risvolti sociali che sta riscuotendo in tutto il mondo  tante adesioni e molto impegno».

ULTIME NEWS