Pubblicato il

Tassisti aggrediti: tensione a Roma e Fiumicino

Tassisti aggrediti: tensione a Roma e Fiumicino

Non avevano aderito alla protesta contro il maxiemendamento

FIUMICINO – Niente auto bianche anche questa mattina negli aeroporti di Fiumicino e Ciampino per la protesta dei tassisti, cominciata ieri con il blocco del servizio a Roma, Milano e Torino, contro il maxiemendamento del Milleproroghe. Ma qualcuno non ha aderito e si è presentato ugualmente al alvoro, rischiando rappresaglie. 
«Ci stanno arrivando molte segnalazioni di gruppi di facinorosi che a bordo di macchine private e di scooter si avvicinano con fare minaccioso a tassisti in servizio intimidendoli e recando loro in alcuni casi danni ai mezzi di trasporto. Sono stati avvisati i Carabinieri di Roma e di Fiumicino e stanno provvedendo a intensificare i controlli». Lo afferma una nota congiunta di Assodemoscoop e Confcooperative Roma. 
«Questa situazione determina insicurezza nella categoria e il servizio stenta a riprendere. Rinnoviamo l’invito a riprendere il servizio a tutti i tassisti in turno».
Le aggressioni sono state segnalate sia nella Capitale sia nei pressi del Da Vinci. Il Codacons intanto ha depositato l’annunciato esposto alle Procure di Roma, Milano e Torino in merito allo sciopero dei tassisti avviato ieri che ha portato alla sospensione improvvisa del servizio, e che sta proseguendo anche in queste ore. 
Si legge nella denuncia dell’associazione: «La protesta dei tassisti, per come si e’ svolta e senza essere stata annunciata e preavvisata, ha comportato un gravissimo pregiudizio alla collettivita’ e all’utenza dei taxi, privata di un servizio pubblico. Nella fattispecie che ci occupa si fa riferimento alla categoria taxi rientrante nel servizio di trasporto pubblico non di linea, sottoposto ad obblighi di servizio pubblico al fine di garantire continuita’, universalita’ e copertura territoriale. Pertanto, anche se si volessero condividere le ragioni dei lavoratori, e’ indubbio che le forme di protesta devono svolgersi nel pieno rispetto e a garanzia dei servizi pubblici essenziali».
La società di gestione Aeroporti di Roma si è attivata fin dalle prime ore del mattino nei due scali con un servizio gratuito di navette per agevolare i viaggiatori nei trasferimenti verso Roma. Oltre a questo, personale aeroportuale, riconoscibile con indosso una pettorina di colore giallo, i passeggeri che man mano sbarcavano dagli aerei, e che arrivati all’ uscita dei terminal e non trovavano taxi all’esterno, sono stati indirizzati verso le navette oppure, per chi ne faceva richiesta, verso il terminal ferroviario del Leonardo da Vinci da dove partono e arrivano i treni no-stop del Leonardo express, uno ogni 30 minuti, in servizio sulla linea Roma Termini-Fiumicino aeroporto e quelli della FL1 Orte-Fara Sabina-Fiumicino aeroporto con fermate intermedie in tutte le stazioni, comprese quelle di Roma Ostiense e Roma Tiburtina collegate con la metro B.

ULTIME NEWS