Pubblicato il

Occhi puntati sul Lido

Occhi puntati sul Lido

Intesa martedì tra AssoLidi e la Pro Tarquinia per il futuro della località. Identità di vedute sulle gravi carenze della zona

TARQUINIA – Il futuro di Tarquinia è il Lido. Ne è convinta AssoLidi che ha avviato una serie di incontri per pianificare il futuro della località per troppi anni abbandonata. Il direttivo della neo nata associazione ha incontrato martedì il presidente della Pro Tarquinia, Paolo Giorgi, per un confronto sullo stato attuale del Lido e del litorale tarquiniese e sulle linee d’azione delle rispettive associazioni.

«Dal confronto che si è svolto in un clima di piena cordialità, – spiega il vicepresidente di AssoLidi Fernando Delle Monache – sono emerse numerose identità di vedute nel rilevare le gravi carenze che affliggono tutto il litorale e che determinano costante perdita di competitività con le vicine località turistiche e balneari. La riunione ha sancito la reciproca volontà volta alla piena collaborazione per iniziative future che possano costituire qualificate attrattive per il Lido e per il litorale». Tante le argomentazioni sul piatto, tra le quali la molto apprezzata fiera delle Macchine Agricole e d’estate. Assolidi ha infatti espresso gratitudine alla Pro Tarquinia per la «quarantennale scelta dei viali del Lido quale sede degli stand espositivi della Fiera di primavera e per la più recente Fiera estiva».

La scorsa settimana il direttivo ha invece incontrato il sindaco di Tarquinia. Un confronto durato due ore, alla presenza del primo cittadino e dell’assessore Anselmo Ranucci. Il presidente dell’associazione, Pierpaolo Rosati, ha illustrato brevemente la lettera già protocollata il 21 gennaio ribadendo lo scopo collaborativo e non oppositivo dell’associazione, enunciando le varie problematiche che affliggono il Lido di Tarquinia e ottenendo risposte sull’operato o sulle mancanze comunali. «Il sindaco – spiegano dall’associazione – lettera alla mano, ha annotato, laddove non conosceva, le problematiche e gli eventuali accorgimenti segnalati dai membri dell’associazione, facendo prevedere un segnale di accoglimento e studio di ogni situazione presentata, in particolare, ed in modo non esaustivo, sulla disinfestazione larvicida per prevenire la ricorrente infestazione delle zanzare e sulla richiesta di un bancomat a servizio dei tanti turisti e commercianti che nel periodo estivo popolano il Lido.

Il sindaco ha voluto evidenziare come sta proseguendo la lotta contro l’inquinamento del mare, mostrando, documenti alla mano, le criticità che vuole proseguire a combattere anche dopo le elezioni che si terranno a breve, mentre, l’assessore Anselmo Ranucci ha confermato l’investimento di 370mila euro ottenuto con un finanziamento regionale del 2015 ed in corso di aggiudicazione». Durante la riunione è stata rimarcata la volontà di mettere in campo tutti gli sforzi possibili per lo sviluppo del turismo a Tarquinia, comune, peraltro, da tempo inserito nel registro dei comuni a vocazione turistica.

A conclusione dell’incontro conoscitivo, nello spirito della partecipazione popolare prevista dallo statuto comunale, le parti si sono accordate per aprire un tavolo tecnico permanente tra i rappresentanti del Comune e la libera associazione Assolidi «atto a segnalare tempestivamente le varie problematiche che affliggono il lido di Tarquinia, sia attraverso un format del sito internet, sia con canali diretti e immediati». «L’associazione è solo al primo passo – spiegano da AssoLidi – la direzione intrapresa è quella giusta, la collaborazione reciproca può incidere positivamente sul territorio».

I prossimi appuntamenti dell’associazione saranno gli incontri con le altre realtà associative, con gli operatori commerciali e con le forze politiche che andranno a candidarsi per le prossime elezioni comunali.

A breve, dopo i fruttuosi contatti presi con alcuni residenti di Marina Velca che già partecipano alle attività, AssoLidi ricercherà contatti con le delegazioni degli altri centri del litorale, S. Agostino, Borgo delle Saline, S. Giorgio e Spinicci, nell’intento di creare una sinergia».

ULTIME NEWS