Pubblicato il

"Due mesi senza Consigli"

"Due mesi senza Consigli"

Fiumicino. L’opposizione incalza la maggioranza: "Tante promesse e pochi fatti concreti". Poggio: "È grave. Così non si produce nulla"

FIUMICINO – Due mesi esatti senza consigli comunali. Non si tratta di un fatto puramente tecnico ma di un problema gravissimo: significa che non si producono atti e delibere. Significa che non c’è alcun progetto e nessun piano per far ripartire questo Comune. Siamo fermi, inchiodati. I problemi sono ancora tutti sul tavolo. C’erano 4 anni fa e ci sono oggi. Nessuno dei nodi è stato affrontato e risolto». Lo dichiara il consigliere comunale Federica Poggio. «La crisi economica – prosegue – che sta strozzando le tante attività commerciali di Fiumicino non è stata affrontata adeguatamente. Le promesse di abbassare le tasse, vedi quella sui rifiuti, si sono scontrate invece con cospicui aumenti. 
La disoccupazione aumenta. Il degrado ‘sporca’ i nostri lungomare. Il nuovo ponte è una gran cosa, va dato atto, ma lo sappiamo tutti che non migliorerà il problema del traffico. Le piste ciclabili, anche quelle bellissime, rischiano di rimanere dei piccoli fiori in un campo di ortiche. Interventi di manutenzione sulle scuole non ne sono stati fatti. Il numero delle liste di attesa cresce di anno in anno senza che nessuna scuola sia stata messa in bilancio (le due che si inaugureranno sono progetti di 5 anni fa). 
Ormai siamo quasi alla conclusione del primo mandato del sindaco Montino e della grande rivoluzione promessa c’è rimasto ben poco. Spero solo che questi ultimi scampoli possano essere utilizzati per una scossa definitiva. Di progetti ne abbiamo visti tantissimi, dall’Auditorium alla città dello sport passando per il mercato del pesce. Ma poi – conclude il consigliere di opposizione – ci siamo fermati lì. Alla carta».

ULTIME NEWS