Pubblicato il

Fargnoli: "Mi ricandido se la proposta viene dalla gente"

LADISPOLI – «Un mandato completo in Consiglio Comunale è a pieno titolo e per innumerevoli aspetti un’esperienza formativa», in una nota Gabriele Fargnoli, capogruppo Indipendente di Ladispoli, ormai in vista del traguardo di fine legislatura locale all’orizzonte nel 2017. «Un’esperienza che per la mia sensibilità politica – aggiunge il consigliere di maggioranza – può essere solo condivisa con i cittadini. 
Ragion per cui un’eventuale nuova mia candidatura a palazzo Falcone deve emergere dal corpo elettorale.Non è nel mio stile imporre il mio nome. 
Ma se mi renderò conto di poter essere ancora utile, mi dichiaro disponibile».
E se da un lato lo sguardo va verso il futuro prossimo, il giro di boa di fine anno porta con sè anche il tempo dei bilanci, al termine corsa della Giunta. «Questo è un tempo di lunga e pesante contrazione economica – mette in chiaro Fargnoli – e lo è per tutti:famiglie, piccole imprese, e di conseguenza gli Enti Locali. 
Noi siamo riusciti a dotare la città di un Auditorium, siamo sul punto di affidare al Ladispoli Calcio il nuovo stadio, tutte le scuole dell’obbligo sono state acquisite alla proprietà comunale e rientrano negli standard di sicurezza, e con un over-70% di Raccolta Differenziata dei rifiuti siamo la città a più basso impatto ambientale del Lazio. 
Ma soprattutto – ci tiene a porre in evidenza – abbiamo raggiunto uno livello di affidabilità e tutela degli spazi pubblici garantito dai sistemi di video-sorveglianza, che ci vede in testa alla classifica regionale quanto al rapporto fra abitanti e dislocamento degli impianti sul territorio. Certo,  in agenda resta molto da fare, ma la strada percorsa fin qui è quella giusta.  Si può andare solo avanti». E all’analisi del momento non può sottrarsi, per il Consigliere Fargnoli, il tema del confronto con il Movimento 5 Stelle di Ladispoli, che di certo non nasconde le proprie ambizioni elettorali.
«Con i grillini – ricorda Fargnoli – esiste un nutrito repertorio di stampa che indica il mio aperto dissenso su molti aspetti della vita locale. 
Ad esempio, noto che non prendono posizione sul progetto di una nuova caserma dei Carabinieri così come vedo che non si esprimono nè sull’approdo turistico nè sul nuovo porticciolo pescatori. So di non essere il solo a non saper granché della loro visione del futuro di questa città, ma ritengo che se dovessi ricandidarmi saranno degni avversari.” 
Nessun atto della vita pubblica di un Comune è noto, aperto e di libera consultazione più del Bilancio, “ragion per cui – riflette Fargnoli –minacciare di prenderne visione non ha alcun senso. 
O lo hai studiato e lo conosci, oppure sei alieno alle vicende locali.”
Questo non significa che gli ultimi cinque anni siano filati del tutto lisci e senza alcuna ombra critica. “Anzi – obietta il Consigliere – in alcuni casi avrei votato contro le delibere di Giunta che non sono mai passate per l’Aula, come nel caso dei varchi di viale Italia che sono costati 90mila che avrei orientato piuttosto verso l’asilo nido di via Louisiana e per rendere operativo il Centro di aggregazione Giovani di viale Mediterraneo».

ULTIME NEWS