Pubblicato il

Gli studenti e la banda della Marina Militare

LADISPOLI – Le forze armate hanno un aspetto umano? Se si parla della Marina Militare Italiana certamente la risposta è affermativa. Non dimentichiamo che la nostra Marina Militare per prima ha effettuato operazioni di recupero dai barconi nelle acque del Vietnam ed oggi i figli di quei naufraghi sono cittadini italiani. Non solo questo, ma fra i compiti di alcuni reparti della Marina Militare, la Guardia costiera, ci sono azioni di salvaguardia dei consumatori, effettuate tramite controlli del pesce venduto. Inoltre i nostri marinai si distinguono in pietà ed umanità nel soccorrere nel Mediterraneo naufraghi dai barconi pieni di persone che cercano una vita migliore o semplicemente di vivere fuggendo dalla morte delle guerre che persistono nei loro Paesi. Ma che ci siano Uomini, nel vero senso del termine (che siano maschi o femmine poco importa), fra questi soldati, lo hanno riscontrato i bambini ed i ragazzi della “Corrado Melone” e della “Ladispoli 1” quando sono stati ospitati a Roma, presso la Caserma “Lante della Rovere”, per assistere al meraviglioso concerto della Banda della Marina Militare, composta da professionisti di primordine, appassionati nel loro lavoro e nella promozione di questo progetto musicale: un ciclo di coinvolgenti lezione – concerto dedicato alle Scuole.
Fra un brano musicale e l’altro, dal palco sono scesi, fra i ragazzi, i musicisti che hanno descritto i propri strumenti, divertendo il pubblico con battute ed esempi musicali. I bambini hanno così potuto apprezzare i suoni gravi del basso tuba e quelli acuti dell’ottavino, il rombo della grancassa ed il canto del flauto, il militaresco rullante ed il caldo sassofono, la tromba, il trombone, il corno ed il flicorno con tutte le loro varianti. Ma l’ascolto non è stato solo “passivo”: ragazzi e bambini sono stati chiamati sul palco ad esprimere i loro giudizi sui brani e sugli strumenti ed il maestro, M.llo De Giovanni, li ha coinvolti facendoli “dirigere” a turno l’intera banda con la sua bacchetta. Il sorriso di tutti i ragazzi, ma soprattutto i volti estasiati dei bambini di prima primaria alla loro prima uscita sul territorio, e gli scroscianti applausi durante il concerto hanno dimostrato l’apprezzamento per l’eccellente iniziativa. I bambini delle classi prime, nonostante la tenera età, si sono particolarmente entusiasmati alla vista di una vera orchestra e ascoltare i brani dei loro cartoni animati preferiti, suonati dal vivo anziché provenienti dalla tv, ha immediatamente catturato il loro interesse e la loro attenzione. Sono stati coinvolti in modo eccellente dai professionisti della Marina che li hanno fatti interagire direttamente con i musicisti e gli strumenti facendogli scoprire i relativi suoni e le caratteristiche, dimostrando appieno quello che noi della Corrado Melone sosteniamo ed incoraggiamo da sempre: il miglior modo di apprendere qualcosa realmente è “fare”; provare, ricercare, scoprire e dunque imparare, soprattutto vivendo esperienze formative concrete.

ULTIME NEWS