Pubblicato il

Ladispoli: presentato il programma Cinque Stelle

LADISPOLI – Un incontro partecipato quello che si è tenuto domenica pomeriggio allo stabilimento Sunbay di Ladispoli. Il primo di molti futuri incontri annunciati dal Movimento 5 Stelle locale per presentare l’eventuale squadra di governo e il programma elettorale del gruppo locale. A fare gli onori di casa il candidato sindaco stellato Antonio Pizzuti Piccoli che ha presentato le fondamenta del programma rappresentate dal motto «non lasciare indietro nessuno». Come aveva già anticipato il M5S si presenterà con una squadra di governo esperta per ogni assessorato. «Una rivoluzione – ha detto Pizzuti Piccoli – per portare a Ladispoli una classe dirigente competente». Premessa d’obbligo da parte del candidato «Dovremo vedere cosa ci hanno lasciato prima di metterci all’opera perchè non avendo consiglieri non è sempre facile avere accesso a tutti gli atti amministrativi».  E poi i punti. Una Ladispoli sicura, produttiva, a misura d’uomo e di bambino, una Ladispoli equa per migliorare la qualità della vita nel quotidiano. E poi legalità, sicurezza, lavoro ( «Ladispoli potrebbe vivere di solo turismo» ha affermato Pizzuti Piccoli) per poi passare al miglioramento della viabilità verso Roma ma anche interna attraverso l’introduzione di un piano del traffico. «Le cose da fare sono tante – ha detto il candidato sindaco – ci sono tante idee e alla base di questo mettiamo la trasparenza e la partecipazione soprattutto nei bandi perchè ci sono le stesse ditte che vincono gli stessi appalti da anni». Al via quindi la presentazione di alcuni degli attivisti del M5S come Alfonso Lustrino, Mario Cerulli, Alberto Massaro, Francesco Forte, Alessia Seri.
Non sono mancati gli interventi dei parlamentari Marta Grande e Giuseppe Brescia. Grande ha voluto soffermarsi sulle città di Ladispoli e Civitavecchia, sottolineando come Ladispoli si trovi in una situazione migliore rispetto a quella trovata da Cozzolino al suo insediamento. «Ho la sensazione – ha dichiarato Grande – che Ladispoli stia cambiando e che Ladispoli abbia la possibilità di fare un passo avanti. Ora inizierà una campagna elettorale dove veramente tutti parleranno con i cittadini». «Voi – ha detto la parlamentare riferendosi al pubblico – dovete leggere i programmi elettorali, guardare dove queste persone vogliono portare la città, e se queste persone vogliono una Ladispoli che sia una città dormitorio o una città costruita secondo un programma definito». (S.F.)

ULTIME NEWS