Pubblicato il

Non sbarca dalla nave: è giallo

Non sbarca dalla nave: è giallo

Perse le tracce di una passeggera durante la crociera. Il marito fermato all’aeroporto di Ciampino con i due figli minorenni: stava tornando in Irlanda. Massimo riserbo da parte della Polizia di frontiera che ha avviato le indagini coordinata dalla Procura. L’uomo si è avvalso della facoltà di non rispondere

CIVITAVECCHIA – Una nave da crociera che sarebbe dovuta partire alle 19 e che invece è salpata con quasi tre ore di ritardo. 
Una donna mai sbarcata e di cui si sarebbero perse le tracce da giorni. 
Un uomo fermato all’aeroporto di Ciampino, insieme ai due figli minorenni, in procinto di rientrare in Irlanda dopo la crociera. 
Sono questi gli ingredienti di quello che finora è un vero e proprio giallo, avvenuto a bordo di una nave da crociera, ferma in porto lunedì sera per circa tre ore. 
Perché una donna è svanita nel nulla. Presente nella lista passeggeri ma mai sbarcata insieme a tutti gli altri. 
Di lei nessuna notizia. E questo fa pensare al peggio. 
Un gesto inconsulto in navigazione? La donna che si è gettata dal ponte? O qualcuno l’ha spinta? Perché comunque nessuno ne avrebbe denunciato la scomparsa.
Ed il marito sarebbe stato fermato proprio lunedì, all’aeroporto di Ciampino; stava per imbarcarsi su un volo Ryanair per rientrare a casa, in Irlanda, insieme ai due figli di cinque e sette anni. Ma senza la moglie.
Dalla nave l’allarme: una donna non è mai sbarcata. 
A ricevere la segnalazione, a quanto pare, sarebbe stata la Polizia di Frontiera, con gli uomini diretti dalla dottoressa Lorenza Ripamonti che hanno attivato le indagini. 
Nel frattempo i colleghi di Ciampino fermavano l’uomo, in tempo prima della partenza.  
Controlli incrociati e verifiche. 
E poi le ricerche, coordinate dalla Procura della Repubblica di Civitavecchia. 
Ma della donna, o del suo corpo, nessuna traccia a bordo della nave. 
Che fine ha fatto? Qualcuno avrebbe confermato che già da diversi giorni si sarebbero perse le sue tracce. 
Probabile, a questo punto, che siano stati acquisiti anche i filmati di bordo, per cercare di ricostruire, se possibile, quanto accaduto nel corso del viaggio e datare con esattezza il giorno e l’ora della scomparsa della donna. 
Sulla vicenda vige il più stretto riserbo da parte degli inquirenti e della stessa Procura: e questo anche perché sono coinvolti due minorenni. Fermato dalla Polizia di Ciampino, l’uomo sarebbe stato anche sottoposto ad un primo interrogatorio. Ma a quanto pare si sarebbe avvalso della facoltà di non rispondere. Decisione che infittisce ancora di più il giallo e certo non aiuta a fare chiarezza su quanto realmente accaduto a bordo della nave. Con il viaggio di piacere che si è trasformato in una tragedia.

ULTIME NEWS