Pubblicato il

Pascucci presenta la sua candidatura a sindaco

Pascucci presenta la sua candidatura a sindaco

Appuntamento il 25 alle 11 allo Sporting Club di Cerenona in via Sovana. S’illustreranno i risultati raggiunti e le idee su cui si sta contruendo il programma del prossimo mandato  

di TONI MORETTI 

CERVETERI –  Sabato 25 febbraio, alle 11 del mattino, allo Sporting Club di Cerenova, in via Sovana al numero 2, il sindaco uscente Alessio Pascucci presenterà ufficialmente la sua candidatura per il secondo mandato a sindaco di Cerveteri. Ci sarà la squadra che ha lavorato con lui durante il primo mandato, assessori, consiglieri comunali e ad alcuni degli uomini e delle donne che hanno collaborato all’amministrazione, ed insieme illustreranno i tanti risultati raggiunti e proporranno le idee sulle quali si sta costruendo il programma per i prossimi cinque anni che sarà aperto alla partecipazione di tutti i cittadini che potranno supportarlo e arricchirlo con nuovi spunti e suggerimenti. Infatti, dice Pascucci: «Con l’occasione presenteremo anche i Tavoli di lavoro per la costruzione del programma, che hanno cominciato a riunirsi già da qualche settimana e stanno facendo un ottimo lavoro. Chiunque tra voi volesse partecipare attivamente può indicarci l’ambito (o gli ambiti) in cui avrebbe piacere a dare il proprio contributo all’indirizzo [email protected]» 
Il metodo non cambia, tutto è progettato affinché ci sia continuità con il processo innovativo iniziato cinque anni fa. Infatti, già da allora, si inaugurò un metodo che mettesse i cittadini in un ruolo di protagonisti. 
Gli stessi sono stati sempre informati, anche in momenti in cui, per effetto di questioni burocratiche difficili da comprendere per chi non ne ha dimestichezza, ci sono state delle incomprensioni che hanno prodotto critiche feroci, rese ancora più feroci da chi ha utilizzato politicamente questi episodi a fini di pura propaganda scegliendo denigrazione ed odio politico al posto di una serena valutazione dei fatti, ad una contestazione sul merito, che le cronache documentano spesso deboli, e ad una offerta o un rifiuto di collaborazione perlomeno motivato. 
Ma si sa, è il gioco della politica, spesso motivata da gruppi di pressione che nella trasparenza trovano un  ostacolo ai propri interessi, soprattutto se poi si sentono esclusi dal loro modo di interferire o colloquiare con l’amministrazione.  
Principalmente, questo nuovo approccio culturale ad amministrare, si prevede sarà il punto di continuità della nuova coalizione “ESSERCI”.  

ULTIME NEWS