Pubblicato il

Pd: "Senza giustizia non c'è sviluppo"

Pd: "Senza giustizia non c'è sviluppo"

Il partito democratico scende in campo a difesa del Tribunale, alla luce dei diversi gridi d'allarme giunti negli ultimi giorni, ed invita la politica locale affinché si attivi concretamente per risolvere le criticità  

CIVITAVECCHIA – “La parte politica locale si attivi concretamente verso le criticità che riguardano il Tribunale”. L’appello, che si unisce a quello dei presidenti del Tribunale e del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati e delle “Mamme etrusche”, arriva dal Partito democratico che attraverso il segretario Enrico Leopardo, ed i coordinatori delle commissioni Dario Bertolo (Lavoro), Andrea Riga (Urbanistica), Jenny Crisostomi (Commercio) e Roberto Fiorentini (Ambiente) sottolinea la necessità, per la politica, di farsi carico di questa situazione, rilanciando l’invito relativo all’istituzione di un tavolo permanente arrivato dal presidente dell’Avvocatura Indipendente.  

“Non è un mistero che gli uffici giudiziari di Civitavecchia versino in condizioni di difficoltà estrema a causa della ormai cronica carenza di un organico soprattutto amministrativo – hanno ricordato dal Pd – questo determina un significativo accumulo di pratiche inevase il cui risultato porta ad una inefficienza organizzativa che si ripercuote nelle centinaia di processi civili e penali ancora in essere con una inevitabile e sempre maggiore paralisi giudiziaria, una situazione ormai insostenibile. L’auspicio di un potenziamento dell’organico determinerebbe, oltre alla possibilità di inserimento di nuove figure da individuare nell’ambito dei giovani neo diplomati o laureati civitavecchiesi, anche un miglioramento dei rapporti istituzionali con le amministrazioni locali e regionali oltre ad un proseguo più sereno del confronto sindacale con le associazioni e gli ordini degli avvocati. Naturalmente ci auspichiamo che tale appello venga raccolto anche dalla amministrazione comunale di Civitavecchia e in particolare dal Sindaco Cozzolino – hanno aggiunto – di cui riscontriamo con rammarico un silenzio ingiustificato riguardo questa problematica che riguarda tutta la città e il suo comprensorio. Riteniamo che in un territorio dove la giustizia non ha tempi rapidi e certi, nessun potenziale investitore riterrà proficuo insediare qualsiasi attività produttiva in mancanza di prospettive di sviluppo tutelate dal rispetto della legalità, così come diventano precarie le certezze giuridiche di quanti confidano, come le famiglie, i lavoratori e i pensionati, nel corso di una giustizia propria di un paese civile e moderno”. 

 

ULTIME NEWS