Pubblicato il

"Alle Tamerici": parola al consiglio comunale

"Alle Tamerici": parola al consiglio comunale

di FABIO PAPARELLA

LADISPOLI – È stato mosso un ulteriore passo avanti verso il progetto di ristrutturazione del complesso alberghiero “Alle Tamerici”, sito nella zona di Palo laziale. 
L’iter per l’ampliamento della struttura era partito nel 2015 con l’istanza promossa dalla società Cosma srl che gestisce l’albergo-ristorante. Il progetto, si legge sulla determina conclusiva della conferenza dei servizi emanata martedì scorso, prevede “precisamente la realizzazione di ulteriori 317 mq (corrispondenti a 1.056 mc), funzionali agli ampliamenti della sala da pranzo, del locale spogliatoi, dei wc di sala e della cucina”.
Nel dicembre del 2015 dalla comunicazione effettuata dall’ufficio UISP(ufficio interno di programmazione speciale) si sono attivate le formalità previste per l’attivazione del procedimento e la realizzazione dell’ampliamento con variante puntuale al PRG.  Per la valutazione del progetto è stata convocata una conferenza dei servizi, riunitasi per la prima volta il 18 dicembre 2015, poi ancora il 30 marzo 2016 e, infine, il 16 giugno 2016, definitiva riunione con la quale è stato definito l’iter procedimentale sensi dell’art. 14 ter della Legge 241/1990. L’ufficio UISP ha rilevato che, nel corso del tempo passato per le tre convocazioni della conferenza, sono stati acquisiti gli atti dei vari enti a vario titolo competenti: la Soprintendenza Archeologia del Lazio e dell’Etruria Meridionale, la Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio delle Provincie di Roma, Frosinone, Latina, Rieti e Viterbo, il parere favorevole della Città metropolitana in merito alla compatibilità con il PTPG (piano territoriale provinciale generale), quello della Direzione Territorio Urbanistica e Mobilità-Area Urbanistica e Copianificazione Comunale Provincie di Roma, Rieti e Viterbo della Regione Lazio, quello della Direzione Regionale Risorse Idriche E Difesa Del Suolo, Servizio Geologico e Sismico Regionale e quello della ASL Roma F. 
A seguito anche del parere favorevole sull’esclusione dalla Verifica di Assoggettabilità alla V.I.A. o dalla procedura di Valutazione
di Impatto Ambientale, trasmessa dalla Regione Lazio, e in assenza di osservazioni o opposizioni, il responsabile ha determinato la positiva conclusione del procedimento e la chiusura della conferenza dei servizi. Ora dunque spetterà al consiglio comunale deliberare sul progetto di ampliamento approvando o meno la suddetta variante puntuale al piano regolatore vigente. 
In passato sul tema c’erano state diverse polemiche anche a mezzo stampa. 
Cuori Ladispolani, forza politica che fa riferimento al consigliere comunale e attuale candidato sindaco Alessandro Grando, aveva parlato di “ennesima operazione edilizia ai danni dell’ambiente”.
Alle osservazioni critiche fatte dal gruppo di opposizione relativamente all’area di particolare pregio in cui cade il progetto, il sindaco Paliotta aveva risposto difendendo le finalità della proposta.
«Il progetto non prevede nessuna cubatura residenziale – aveva garantito il primo cittadino – ma solo strutture legate alla ricettività e al turismo legato al mare. 
 Nel progetto si prevede il passaggio alla proprietà pubblica di una strada e di uno spazio panoramico sul mare».
La polemica, se l’amministrazione dovesse portare il progetto all’ordine del giorno del consiglio comunale, sarebbe destinata a riaprirsi.

ULTIME NEWS