Pubblicato il

Camassambiente commissariata dal Prefetto di Bari

Camassambiente commissariata dal Prefetto di Bari

Il sindaco Pascucci:«Il servizio di igiene urbano prosegue regolarmente» 

CERVETERI – A seguito dell’esito del ricorso al TAR di Bari fatto dalla Camassambiente per la richiesta di sospensione dell’interdittiva antimafia a suo carico, ricorso rigettato e del quale non si è ancora pronunciato il Consiglio di Stato, la Prefettura di Bari nomina tre commissari che assumono ruoli e funzioni di amministratori della società, e ciò a garanzia di quegli Enti pubblici, tra i quali il Comune di Cerveteri, con i quali la medesima ha in corso rapporti contrattuali. La notizia è stata diffusa direttamente dal sindaco Pascucci che assicura che in virtù di tali fatti non ci sarà nessun rallentamento o interruzione del servizio di igiene urbano.

«Ieri, 23 febbraio 2017 – dice il sindaco Pascucci – è pervenuta a tutti i Comuni interessati da appalti con la società Camassambiente s.p.a. una nota ufficiale della Prefettura di Bari in cui si comunica la “nomina di tre amministratori […] cui vengano attribuiti, ex lege, tutti i poteri e le funzioni degli organi di amministrazione della Società Camassambiente s.p.a.”. Il provvedimento ci interessa direttamente visto che la Camassambiente è una delle due società che compongono l’ATI che gestisce il servizio di rifiuti nella nostra città. Da un primo esame sembra però emergere che seppur la società Camassambiente s.p.a. è stata di fatto commissariata, i rapporti contrattuali in essere con le Amministrazioni restano tutti validi. Questo significa che il servizio procederà regolarmente e che questa vicenda non avrà conseguenze sugli obblighi contrattuali nei confronti del nostro ente. Ovviamente i nostri legali e i nostri tecnici stanno acquisendo maggiori informazioni per capire come muoverci. Come al solito, vi terrò aggiornati».

ULTIME NEWS