Pubblicato il

Caso Gagliardini: inchiesta agli sgoccioli

Caso Gagliardini: inchiesta agli sgoccioli

CIVITAVECCHIA – Potrebbe finalmente giungere a conclusione l’inchiesta sulla morte del bomber Flavio Gagliardini. Ad ottobre 2015 la tragedia sul campo del Dlf, con il 35enne che cadde a terra, privo di sensi, mentre stava concludendo l’allenamento con la sua squadra. Un dramma consumato in pochi attimi, con la vana corsa in ospedale. La magistratura ha aperto un’inchiesta per omicidio colposo, affidata al pm Bianca Maria Cotronei. Un fascicolo ancora contro ignoti, che si è arricchito nei mesi scorsi anche della querela presentata dalla famiglia Gagliardini, assistita dall’avvocato Patrizio Leopardo, nei confronti di due medici cardiologi e di un medico sportivo che nel 2013 e nel 2014 hanno sottoposto a visita Flavio. Nei giorni scorsi proprio la moglie di Flavio ed uno dei fratelli sono stati ascoltati ancora dagli inquirenti, anche alla luce della perizia del medico legale Luigi Cipolloni, coadiuvato da un cardiologo, depositata a novembre scorso. L’intenzione era quella di chiarire alcuni aspetti legati proprio alle visite mediche a cui si era sottoposto nell’ultimo periodo Flavio, confrontare e cristallizzare le date, evidenziare chi fosse presente, chi lo aveva accompagnato. Tutto fa presumere, quindi, che l’inchiesta sia ormai agli sgoccioli.

ULTIME NEWS