Pubblicato il

"Bad doctor": respinte le richieste di scarcerazione

"Bad doctor": respinte le richieste di scarcerazione

Confermate le misure cautelari dopo gli interrogatori di garanzia di lunedì scorso. Saladini e Di Iorio restano in carcere. Il Gip ha confermato anche i domiciliari per gli avvocati Abbruzzese e Monti e l'obbligo di firma per Meloni. Gli avvocati difensori hanno già annunciato di ricorrere al Tribunale del Riesame VIDEO

CIVITAVECCHIA – È arrivata dopo 24 ore la decisione del giudice Giusi Bartolozzi – la stessa che ha firmato le ordinanze eseguite venerdì dai carabinieri nell’ambito dell’inchiesta ‘‘Bad doctor’’ – che ha rigettato le richieste degli avvocati difensori dei primi indagati ascoltati lunedì.

Davanti al gip si sono presentati i due medici Gino Saladini e Giuseppe Di Iorio, entrambi a Borgata Aurelia: gli avvocati difensori Bonifazi e Galioto per il primo, e Barbieri e Calbi per l’altro, avevano chiesto la revoca della misura cautelare o, in subordine, una modifica. I due professionisti hanno risposto a tutte le domande del giudice, fornendo la propria versione dei fatti e chiarendo le proprie posizioni. Ma il gip non ha ritenuto vi fossero le condizioni per farli uscire dal carcere, almeno per Di Iorio. Nessuna conferma ufficiale, invece, per quanto riguarda Saladini.

Secondo gli inquirenti sarebbe stata sgominata un’associazione a delinquere finalizzata alla truffa, a reati di falso di vario genere e sostituzione di persona. Nel mirino 21 incidenti stradali considerati falsi realizzati per truffare le assicurazioni. Proprio il vincolo associativo è stato contestato da tutti gli indagati già ascoltati. Anche per i due avvocati Roberto Abbruzzese (difeso da Bisozzi e Forestieri) e Massimiliano Monti (solo quest’ultimo si è avvalso della facoltà di non rispondere) e per il medico Francesco Meloni (assistito da Mereu) il giudice ha mantenuto l’attuale misura cautelare: domiciliari per i primi due e obbligo di firma per l’altro. Gli avvocati difensori hanno già annunciato di ricorrere al tribunale del Riesame.

VIDEO

ULTIME NEWS