Pubblicato il

Cerimonia per la donazione di un'auto alla Protezione Civile

CERVETERI – In uno dei parcheggi attigui al vecchio Palazzo Comunale a piazza Risorgimento, dove ancora ha sede l’ufficio del Sindaco, vi era parcheggiata  una splendida Nissan Navara bianca con sulle fiancate i loghi della Protezione Civile. Tutto intorno un gruppo di volontarie e volontari del nucleo di Cerveteri, quelle persone sempre pronte a scattare per risolvere criticità improvvise che possono mettere in pericolo le vite dei concittadini, quelle persone che sono intervenute per prime nei luoghi del terremoto, che hanno montato un campo leggero e accolto i primi sfollati, che hanno adottato Torrita, una frazione tra le più colpite di Amatrice e che riescono nel corso dell’anno ad organizzare campi scuola per trasmettere ai ragazzi lo spirito di solidarietà che li anima, lo spirito di servizio verso la comunità.  
Arrivano il Sindaco Pascucci, il comandante Scarpellini e in presenza del fratello di Massimiliano D’Emilio, quel coordinatore del gruppo da poco scomparso, Fabio, si celebra la cerimonia della consegna di quell’auto che apparteneva a Massimiliano che è stata donata in sua memoria. Il sindaco Pascucci, così lo ha ricordato: «Massimiliano D’Emilio è stato uno dei volontari più attivi e amati del nostro Gruppo Comunale della Protezione Civile di Cerveteri. Questa mattina, suo fratello Fabio, ci ha donato questo Pick-up Nissan, dedicato proprio a Massimiliano. Sarà utilizzato nelle tante attività della nostra Protezione Civile. Max sarà per sempre uno dei nostri!»

ULTIME NEWS