Pubblicato il

Ladispoli: Carnevale dall'amaro in bocca

Ladispoli: Carnevale dall'amaro in bocca

LADISPOLI – Lascia l’amaro in bocca la domenica di Carnevale a Ladispoli. Mentre da nord a sud, su tutto il litorale i carri hanno invaso le strade allietando il pomeriggio di grandi e piccini con musica, vivaci colori e tanta allegria, a Ladispoli niente! E dalla piazza la polemica per “i carri invisibili” si sposta velocemente sui social network.
«Si spende l’inverosimile per la sagra del carciofo – hanno tuonato i ladispolani – e niente per il carnevale dei bambini». 
Delle diverse attività, poi, annunciate dall’amministrazione comunale per ieri, solo poche sono state quelle che hanno effettivamente trovato riscontro. 
Due ore di animazione per i più piccoli, zucchero filato a volontà e null’altro. 
«I coriandoli – hanno aggiunto su Facebook alcuni utenti – se li volevi dovevi comprarli».
E ancora: «Ladispoli dimenticata”. Il perché l’amministrazione comunale non abbia pensato alle ‘tradizioni’, ai carri, a regalare alla città una giornata di festa; resta un mistero per i cittadini che di motivazioni per questa ‘assenza ingiustificata’ proprio non ne trovano. 
«Con tutte le multe che stanno facendo – hanno infatti sottolineato – due soldi per due carri potevano rimediarli. 
Il prossimo anno ci sarà meno gente e meno gente significa meno turismo».
Un carnevale però già annunciato.
Nei giorni scorsi l’assessore alla cultura Francesca Di Girolamo aveva parlato di problemi economici legati al settore cultura, ma anche questioni di carattere logistico e misure anti terrorismo lasciando al carnevale le animazioni in piazza per il 26 e per domani, martedì grasso.
Insomma, un carnevale amaro quello appena trascorso e che ha deluso le aspettative di molti, anzi moltissimi.

ULTIME NEWS