Pubblicato il

Scarichi abusivi: duro il sindaco Paliotta

LADISPOLI – È perentorio il sindaco di Ladispoli Crescenzo Paliotta dell’attivare la Polizia Locale, la Flavia Acque e il Settore II al fine di individuare i responsabili degli scarichi abusivi sul fosse Sanguinara.
La vicenda risale al 19 gennaio scorso quando il consorzio di bonifica del Tevere ed Agro Romano ha individuato e denunciato la presenza di scarichi maleodoranti, individuati durante attività di perlustrazione e pulizia. La denuncia ha messo in moto la Capitaneria e la Polizia Locale che il 27 gennaio sono tornati sul posto per campionare le acque sversate.
Il tutto si sarebbe verificato nel territorio del comune di Ladispoli nei pressi di via Praga.
Gli scarichi, che potrebbero arrecare pericolo alla popolazione, saranno ora ispezionati al fine di individuare la sorgente. Si pensa però che questi non possano venire da molto lontano. 
La zona sarebbe circondata da poche case e manufatti artigianali.
La zona tra Ladispoli e Cerveteri rimane comunque attenzionata da Arpa e Guardia Costiera che anche nei giorni scorsi si sono recati in una zona tra le due località a seguito di una segnalazione di presenza di liquami in un fosso. Di questo caso non si conosce ancora con esattezza la causa.
Nei prossimi giorni gli accertamenti e i test che di certo porteranno a scoprire l’origine del fenomeno.

ULTIME NEWS