Pubblicato il

Lunga giornata di indagini a bordo di Magnifica

Lunga giornata di indagini a bordo di Magnifica

Giallo in crociera. Gli agenti della Polizia di frontiera impegnati per diverse ore alla ricerca di dettagli e particolari per chiarire il mistero della donna scomparsa

CIVITAVECCHIA – Un’intera giornata a bordo della nave da crociera Msc Magnifica, attraccata ieri mattina attorno alle 7.30 al porto di Civitavecchia e ripartita in tarda serata per un nuovo viaggio nel Mediterraneo. Gli agenti della Polizia di frontiera non hanno tralasciato nulla.

Sono saliti a bordo per cercare ogni elemento utile a chiarire il mistero della scomparsa della 38enne cinese Xing Lei Li, la wedding planner di cui si sono perse le tracce durante una crociera in compagnia del marito, l’irlandese 45enne Daniel Belling oggi in carcere con l’accusa di omicidio ed occultamento di cadavere, e dei due figli di 4 e 6 anni, ospiti di una casa famiglia della Capitale.

Da metà mattinata e fino al tardo pomeriggio gli agenti coordinati dalla dottoressa Lorenza Ripamonti si sono trattenuti sulla nave, contando sulla piena collaborazione di Msc, per ascoltare decine e decine di persone. A partire dagli addetti alla camera e al tavolo dei Belling, fino al fotografo di bordo, gli addetti ai punti sensibili, chi controllava i badge all’imbarco e allo sbarco. Il badge, finora, ha fornito l’unica certezza: quella cioè che la donna è scesa a Genova per un’escursione e risalita poco prima delle 14, per non uscire più da quella nave. A Civitavecchia, porto di fine crociera, l’allarme: manca un passeggero all’appello. Che fine ha fatto Xing Lei Li? Cosa è successo la notte tra il 10 e l’11 febbraio, durante la traversata da Genova a La Valletta?

Gli agenti della Polizia di frontiera, che stanno conducendo le indagini su disposizione della Procura di Roma, vogliono vederci chiaro. Anche perchè, se davvero di omicidio si tratta, manca il corpo della donna. E ieri hanno anche acquisito tutti i filmati ritenuti utili e registrati dalle telecamere presenti sulla nave. Sono tornati ipoi in cabina, per un sopralluogo. Del caso continua ad occuparsi anche la trasmissione televisiva ‘‘Chi l’ha visto?’’, ieri in porto con una troupe. Su quanto emerso dalla lunga giornata di indagini per ora vige il massimo riserbo, anche perché adesso la Polizia dovrà confrontare e verificare tutto il materiale acquisito.

Maurizio Marrale

ULTIME NEWS