Pubblicato il

“Il mio unico avversario è Sergio Caci”

“Il mio unico avversario è Sergio Caci”

Il candidato sindaco Eleonora Sacconi sabato ha illustrato i suoi obiettivi durante l’incontro pubblico presso il centro anziani di Pescia. “Combatteremo per ridare il comune ai suoi legittimi proprietari: i cittadini”

MONTALTO – Si è svolto sabato nel tardo pomeriggio a Pescia Romana presso il centro anziani il primo incontro ufficiale del candidato sindaco di Montalto Eleonora Sacconi.
“Sono donna, sono moglie, sono mamma, figlia e lavoratrice..”, così ha iniziato la sua presentazione Eleonora Sacconi che ha motivato, ancora una volta, la sua scelta alla candidatura e puntualizzato che il suo unico avversario è Sergio Caci, attuale sindaco uscente.
Eleonora non ha rinnegato neanche in questa occasione la scelta fatta cinque anni fa di appoggiare Caci, scelta portata avanti con la massima serietà e il massimo impegno in nome del mandato consegnatogli dalla cittadinanza, la stessa che sentiva di poter deludere quando ad un certo punto ha scelto di dimettersi. Eleonora ha sempre creduto, allora e ancora ad oggi, in quei valori che l’hanno portata a condividere quel percorso, e come lei stessa ripete,  “era a conoscenza dell’appartenenza di Caci alla compagine di Forza Italia”, quello che però non si aspettava “era di ritrovarsi strada facendo all’interno di un sistema che si erano ripromessi insieme di cancellare: il sindaco di tutti è diventato il sindaco dei pochi eletti, chiuso all’interno di quell’edificio con tanto di guardia all’ingresso, dal quale è uscito solo oggi per la campagna elettorale”.
“Si è assistito ad uno spettacolo deprimente – dice la Sacconi – che va dalla compravendita di incarichi a quella delle poltrone della Nardi prima e di Valentini dopo. Senza tralasciare l’inclusione all’interno della maggioranza di personaggi come Gabriele Saitto, Gabriele Rossi, Vittorio Renzi e Andrea Serafini, personaggi osteggiati in passato perché facenti parte della vecchia giunta Carai”.
“Sono pronta a non svendere il nostro paese a politici insani e partiti vari per arrivare ad una poltrona più alta di quella del nostro Comune – aggiunge la candidata sindaco – La mia passione e le mie competenze si riverseranno completamente sullo sviluppo di Montalto e Pescia. A chi crede che mi sono candidata per fare un favore a Sergio Caci dico che non è così. Non ci saranno cambi di maglia alla Nardi e Valentini e combatteremo per riportare il comune ai suoi legittimi proprietari: i cittadini tutti”. “Il nostro candidato – spiegano inoltre dal comitato elettorale ‘’Sacconi sindaco’’ – ha poi illustrato in sintesi alcuni punti del programma relativamente a Pescia Romana che prenderà in considerazione la riqualificazione della Marina e della rete idrica. Grande attenzione anche per l’agricoltura che dovrà contare su investimenti e aiuti al fine di creare presupposti per uno sviluppo che in questa amministrazione non è stato preso in considerazione. Largo spazio ai giovani che saranno parte integrante del programma attraverso comitati che si faranno promotori delle idee per lo sviluppo di veri centri di formazione. In ultimo, ma non per importanza, Eleonora si è soffermata su un problema molto delicato come quello della centrale Enel, ricordando la convenzione stipulata negli anni ‘90 dall’allora sindaco Roberto Sacconi, convenzione che attualmente non è presa in considerazione, visto che il prossimo 15 giugno le ditte locali presenti dovranno abbandonare l’area. Cosa accadrà a questa gente chiede la stessa. Eleonora ha altresì precisato che “ la guerra alle altre liste di opposizione non la faremo e non me la prendo con chi, come me, vuole cambiare le sorti di questo paese, perché come me ci credono”. Eleonora Sacconi ringrazia “tutte le persone presenti per l’affetto dimostrato, i rappresentanti di Rinnovamento Pescia con il candidato Lucherini”, persone stimate e per le quali lei stessa nutre profondo rispetto e al quale anche il comitato elettorale Sacconi sindaco rivolge i più sentiti auguri per la nuova avventura, e gli altri rappresentanti del Pd e delle associazioni locali. ”Insieme ce la possiamo fare”, conclude Eleonora Sacconi.

ULTIME NEWS