Pubblicato il

‘‘Selecontrollori del cinghiale’’

‘‘Selecontrollori del cinghiale’’

A Tolfa è iniziato il corso organizzato dall’Ambito territoriale caccia Roma1 e dal Comune. Grande partecipazione di cacciatori di tutto il comprensorio

di GLORIA TROTTI

TOLFA – Ha preso il via lo scorso fine settimana a Tolfa il corso di abilitazione per ‘’Selecontrollori del Cinghiale’’ ai sensi della legge regionale 17 del ‘95. Il corso si articolerà con una serie di lezioni in questo mese di marzo che si terranno presso il Polo Culturale. L’iniziativa è organizzata dall’ambito territoriale caccia ‘’Roma 1’’ in collaborazione col Comune di Tolfa ed è stata autorizzata dalla Regione Lazio; l’iniziativa ha avuto anche il parere favorevole dall’Ispra. Il corso è rivolto prioritariamente a cacciatori con residenza venatoria nello stesso ambito. La formazione prevede una parte generale e a seguire parti speciali, tecniche di prelievo ed esercitazioni in campo. Nella prima lezione ottima la partecipazione dei cacciatori di tutto il comprensorio che hanno dimostrato grande interesse e voglia di tutelare il territorio adeguando le loro conoscenze. «Ringrazio l’Atc caccia che in questi anni ha prodotto buoni risultati e – spiega il sindaco Luigi Landi – con la quale si stanno portando avanti percorsi importanti di tutela, salvaguardia e risposte alle emergenze come quella dei cinghiali». Relatore e formatore del corso il professor Fioravante Serrani; presente per l’ambito territoriale Atc Luigi Pierantozzi.

Il tema dell’elevato numero di cinghiali presenti nel territorio di Tolfa e Allumiere da tempo è all’ordine del giorno in quanto sempre di più i cittadini lamentano che questi animali stanno devastando orti e proprietà private, abbattono recinzioni, scorrazzano in libertà con il rischio concreto di provocare incidenti stradali. Inoltre possono essere molto pericolosi e quindi più volte i cittadini dei due Comuni collinari continuano a denunciare l’allarme cinghiali: c’è chi lamenta di avere subito dei danni e chi è preoccupato per la propria incolumità, perché i cinghiali possono essere animali davvero pericolosi. Qualcuno dalla collina propone: «Siamo contenti di questo corso e auspichiamo che presto venga organizzata una tavola rotonda per discutere di questo problema e trovare così una soluzione in tempi rapidi».

ULTIME NEWS