Pubblicato il

Tvs, De Paolis e Porrello: "Tenere alta l'attenzione sui lavoratori"

Tvs, De Paolis e Porrello: "Tenere alta l'attenzione sui lavoratori"

I consiglieri regionali tornano sulla vertenza Tirreno Power e promettono che faranno quanto possibile perché la vicenda abbia l’attenzione che merita da parte del Governo

CIVITAVECCHIA – “Anche la Regione Lazio farà la sua parte per tenere alta l’attenzione su quello che è diventato un problema serio per il territorio civitavecchiese: la questione della riorganizzazione dell’azienda Tirreno Power e l’ipotesi di un certo numero di esuberi preoccupa infatti in modo trasversale le forze politiche che sono rappresentate nelle varie istituzioni territoriali”.

Lo dichiarano in una nota congiunta Gino De Paolis e Devid Porrello, consiglieri regionali del Lazio e rappresentati del territorio di Civitavecchia.

“Pur da parti politiche differenti – specifica il capogruppo SeL De Paolis – seduti uno in maggioranza e uno all’opposizione del governo regionale, abbiamo ritenuto opportuno muoverci in modo congiunto nell’interesse del territorio che rappresentiamo. In particolare coinvolgere in modo sinergico gli assessori regionali, pur nella consapevolezza che questa è una questione nazionale. La nostra preoccupazione è infatti rivolta al destino dei lavorati ritenuti in esubero e, più in generale, sul buon funzionamento di quella centrale”.

De Paolis giudica un paradosso la discussione su 40 esuberi in un territorio gravato da due centrali elettriche che pesano su ambiente e salute dei cittadini.

Il consigliere del M5S Porrello condivide le preoccupazioni del collega, e spiega che il prezzo pagato dal territorio è troppo alto rispetto ai benefici ottenuti.

“Tirreno Power inoltre – spiega il grillino – aggrava questa situazione presentando un piano che ha dell’incredibile come tagli e delocalizzazione del personale che pone anche interrogativi sulla sicurezza necessaria al funzionamento dell’impianto.”

I due consiglieri promettono che, insieme, faranno quanto possibile perché la vicenda abbia l’attenzione che merita da parte del Governo.

ULTIME NEWS