Pubblicato il

Omicidio Valentini: si va al giudizio abbreviato

Omicidio Valentini: si va al giudizio abbreviato

L' idraulico romano lo scorso anno venne trovato senza vita all’interno del suo furgone a piazzale della Lucertola, a Marina di San Nicola. Venne accusata una casalinga 65enne che poi confessò: Nell'udienza preliminare il difensore della donna Ernesto Tedesco ha fatto richiesta di giudizio abbreviato condizionato ad una perizia psichiatrica, accolta dal Gup Marasca

LADISPOLI – Si va verso il giudizio abbreviato per la morte del 59enne Corrado Valentini, idraulico romano che lo scorso anno venne trovato senza vita all’interno del suo furgone a piazzale della Lucertola, a Marina di San Nicola. Per l’omicidio venne arrestata dai carabinieri, dopo poche ore, una casalinga 65enne, straniera ma residente a Ladispoli, che aveva avuto diversi contatti con l’uomo. Tanto che erano arrivati insieme a bordo del furgone. La donna, a quanto pare, confessò l’omicidio, e tentò anche di dare fuoco al corpo dell’idraulico, dopo averlo colpito con un coltello da cucina.

Nella tarda mattinata di ieri si è svolta infatti l’udienza preliminare, nel corso della  quale il difensore della donna, l’avvocato Ernesto Tedesco, ha fatto richiesta di giudizio abbreviato condizionato ad una integrazione probatoria.

«Ci sono degli aspetti legati alla salute della donna – ha spiegato – da approfondire e chiarire. Abbiamo prodotto diversa documentazione, convinti che anche la modalità dell’evento meritino un approfondimento necessario». Richiesta sulla quale si è trovato d’accordo anche il pubblico ministero Deliio Spagnolo.

Dopo circa 40 minuti di camera di consiglio il gup Massimo Marasca ha deciso di accogliere l’istanza dell’avvocato Tedesco, rinviando l’udienza al 18 aprile per il conferimento d’incarico al medico che dovrà occuparsi della perizia psichiatrica sulla donna, attualmente detenuta a Borgata Aurelia. 

ULTIME NEWS