Pubblicato il

Caso Consip, Alfredo Romeo resta in carcere

L’imprenditore napoletano Alfredo Romeo, detenuto per corruzione dal primo marzo scorso, resta in carcere. Il gip Gaspare Sturzo ha infatti respinto la richiesta con la quale i suoi difensori avevano sollecitato la revoca di custodia cautelare o in subordine gli arresti domiciliari. Romeo è accusato di corruzione per aver pagato una tangente di 100mila euro a Mario Gasparri, già dirigente di Consip. All’accoglimento dell’istanza presentata dai difensori avevano dato parere negativo il procuratore aggiunto Paolo Ielo e il pubblico ministero Mario Palazzi.

ULTIME NEWS