Pubblicato il

Processionaria alla Circonvallazione, Sacripanti lancia l’allarme

Processionaria alla Circonvallazione, Sacripanti lancia l’allarme

La denuncia del volontario della Prociv Aeopc: «Ho presentato la segnalazione al Comune diverse volte, ma il problema rimane irrisolto»

TARQUINIA – Alessandro Sacripanti, della Protezione civile Aeopc, ha segnalato più volte al Comune di Tarquinia la presenza di processionarie sul passaggio pedonale della circonvallazione Cardarelli, ma il problema rimane irrisolto. «È passato più di un mese dalle numerose segnalazioni di presenza di processionarie, fatte anche per il tramite della Polizia locale agli uffici tecnici comunali – dice Sacripanti – ma i pericolosi insetti sono ancora presenti. Sembra infatti che sul passaggio pedonale alberato della Circonvallazione Cardarelli siano presenti numerose scie di processionarie. Ho fatto personalmente presente il fatto alle autorità locali di Polizia locale, che hanno tempestivamente girato la segnalazione agli uffici tecnici comunali». «Ad oggi – continua Sacripanti – sembra che le opere di bonifica siano iniziate e subito bloccate, e nel frattempo alcuni cani hanno subito gli effetti del veleno della processionaria». La processionaria, riferisce salute.it, oltre a desfogliare piante intere, può costituire un pericolo maggiore per l’uomo e gli altri animali. I peli urticanti dell’insetto allo stato larvale sono velenosi, e in alcuni casi, fortunatemente limitati, possono provocare una grave reazione allergica. «Mi arrivano segnalazioni di genitori e altre persone preoccupate – prosegue Sacripanti – per il passaggio dei propri figli su quella strada e anche da molti cittadini che portano a spasso il cane. Spero solo che le bonifiche e la rimozione della processionaria, che deve essere fatta per legge secondo alcuni particolari procedimenti, venga svolta in tempi celeri affinché – conclude Alessandro Sacripanti – salute e sicurezza per tutti i cittadini possano viaggiare insieme».

ULTIME NEWS