Pubblicato il

Cna invita Confcommercio alla collaborazione

Cna invita Confcommercio alla collaborazione

L'associazione chiede di abbassare i toni e sottolinea il lavoro che si sta svolgendo sul tema dehors 

CIVITAVECCHIA – La Cna invita la Confcommercio ad abbassare i toni, a seguito delle ultime dichiarazioni del commissario Tullio Nunzi giudicate “pesanti e gravi”. 

“Pretendiamo il rispetto non solo della Cna – ha spiegato il presidente Alessio Gismondi – ma in primo luogo delle imprese che hanno creduto nell’aggregazione quale fattore decisivo per la crescita del tessuto economico e sociale del nostro territorio e hanno investito tempo e idee per costruire un percorso di positivo cambiamento. Per quanto riguarda i dehors, è fuor di dubbio che si debba giungere, a breve, ad una soluzione. Proprio per trovare una via d’uscita da un impasse che dura da troppo tempo, il Comitato interprofessionale che si è costituito a Civitavecchia, e di cui fa parte anche la Cna, ha messo a disposizione del Comune le competenze di validi professionisti, in un’ottica di collaborazione con le istituzioni e nella piena trasparenza. Si sta adesso lavorando con la consapevolezza della complessità della situazione – ha aggiunto Gismondi – ma con la volontà di approdare a una conclusione che risponda alle legittime attese degli operatori economici e della città tutta. È un’associazione, la nostra, che privilegia il fare, che opera con dedizione e passione per contribuire a migliorare la vita delle imprese e la qualità dell’ambiente in cui queste lavorano”.

E la Cna torna anche al bando regionale “reti d’impresa” per la riqualificazione delle realtà urbane, giudicando “inaccettabili le insinuazioni sulla scelta del Comune di presentare alla Regione il progetto coordinato dalla Cna anziché quello promosso da Confcommercio. Anche in questo caso – ha sottolineato Gismondi – la trasparenza è totale. Abbiamo coinvolto le imprese in un ampio confronto sull’ipotesi di creazione di una rete e abbiamo elaborato un progetto che, come richiedeva l’avviso pubblico, prevede azioni complementari alle politiche del Comune per l’area interessata. Sì, grazie alla partecipazione degli imprenditori, è stato fatto davvero  un bel lavoro. Ci auguriamo che questo impegno venga ora premiato dalla Regione e l’idea progettuale possa essere realizzata. Sarebbe una bella opportunità per Civitavecchia”. 

Nel frattempo, dopo l’acceso scontro verbale dei giorni scorsi, sembra che a breve possa esserci un incontro chiarificatore proprio tra la Confcommercio e l’assessore all’Urbanistica e ai Lavori Pubblici Alessandro Ceccarelli. “Abbiamo avuto delle divergenze – ha spiegato quest’ultimo – proprio perché non ci siamo parlati di persona. Lo faremo e spero che da questo incontro nasca un’ottima collaborazione. Credo che l’obbiettivo comune sia far muovere l’economia. Purtroppo muovere lo Stato è molto più lento e faticoso che lanciare una qualsiasi iniziativa per in privato. È questo genera aspettative non soddisfatte che possono creare tensione”.

ULTIME NEWS