Pubblicato il

Sentenza Etruria Servizi ed Etm: la Corte dei Conti smentisce se stessa

Sentenza Etruria Servizi ed Etm: la Corte dei Conti smentisce se stessa

CIVITAVECCHIA – Civitavecchia è protagonista di un nuovo colpo di scena alla Corte dei Conti. Ieri, infatti, è divenuta definitiva la Sentenza n. 304/2016 emessa dalla Sezione di Controllo sugli enti locali nei confronti di Moscherini e Lombardi, all’epoca rispettivamente Sindaco ed amministratore unico di Etruria Servizi Spa ed Etm Spa.

La Sentenza, non appellata dalla Procura – quindi ormai definitiva – ha stabilito la totale carenza di giurisdizione della Corte sulle società, del Comune di Civitavecchia, Etruria Servizi Spa ed Etm. La materia è quindi tutta di competenza del Giudice civile ordinario. Le due società, infatti, non disponevano di nessuno dei requisiti statutari per essere qualificate “in house” (cassazione, Sezioni Unite n. 26283/2013) e per essere quindi sottoposte alle verifiche della Corte dei Conti.

E proprio qui, il colpo di scena. Appena quindici giorni prima, infatti, lo stesso Lombardi (unitamente ad alcuni dipendenti e revisori) aveva ricevuto una Sentenza (n. 516/2016) in cui la stessa Corte dei Conti affermava invece l’esatto contrario, ossia la giurisdizione della Corte su Etm Spa.

Insomma il solito pasticcio all’italiana. Lo stesso organismo che emette due decisioni totalmente contraddittorie. Paradosso che si trasformerà, ben presto, in un vero rompicapo per il Comune di Civitavecchia  a cui spetterà ora il compito di capire come dare esecuzione ai due provvedimenti che si escludono l’un l’altro. Si dovrà evidentemente attendere – per evitare ulteriori danni – il pronunciamento della Cassazione sul caso Lombardi/Etm, nel procedimento da questo già introdotto. E chissà se si potrà finalmente avere una uniformità di giudizio che faccia chiarezza sulla intricata vicenda. 

ULTIME NEWS