Pubblicato il

"Crisi aeroporto, troppe parole e pochissimi fatti"

Fiumicino. Cal critica la politica e Adr

Fiumicino. Cal critica la politica e Adr

FIUMICINO – “Ormai partiti e movimenti non si confrontano più sulle idee, progetti ed eventuali soluzioni alle innumerevoli problematiche che affliggono il nostro paese.Purtroppo il vero dialogo politico è solo un ricordo; Basta andare sui social per verificare qual è l’impegno maggiore di fa politica. Oggi i politici parlano il linguaggio degli avvocati e sguinzagliano i loro staff alla ricerca di indizi o prove per cercare di abbattere attraverso la magistratura ed i social l’avversario di turno. Tutto questo mentre tanti, troppi lavoratori vengono licenziati. Famiglie costrette a vivere l’ incubo della disoccupazione e non tanto perché manca il lavoro in aeroporto ,visto e considerato che ogni anno il gestore aeroportuale festeggia l’aumento dei passeggeri che transitano a Fiumicino. Oggi tocca ai lavoratori della GH , azienda che si occupa delle pulizie a bordo degli aeromobili. Esuberi annunciati già tempo fa ,dal momento che Partiti e Movimenti Nazionali nel loro silenzio e immobilismo, hanno permesso l’arrivo delle Low Cost” – lo afferma in un comunicato il Movimento Comune Autonomia e Libertà.
“A niente è valso il nostro No all’arrivo delle Low Cost presso il Leonardo Da Vinci – continua il comunicato -, nessuno della politica nazionale ha voluto ascoltarci e prendere in considerazione le riflessioni fatte anche in Consiglio Comunale, sul grande rischio di avere dei futuri esuberi , in quanto le compagnie low cost per le pulizie di bordo impegnano il proprio equipaggio ed era normale che questo andasse ad influire anche sulle decisioni delle altre compagnie che cercano di tenere il passo. Riteniamo inutili i continui comunicati politici di solidarietà ai lavoratori aeroportuali, questi ormai arrivano in modo ripetitivo come delle obbligate condoglianze. Cosa fare? Esistono soluzioni per cominciare ad invertire l’orrenda rotta intrapresa dalle aziende che operano dentro il sedime aeroportuale ? Secondo noi si, ma solo applicando la vera politica. La politica che vuole creare economia e non come adesso dove è l’economia a creare la politica.
Un primo punto – conslude la nota di Cal – è sicuramente quello di rimettere in discussione il contratto con il gestore dell’Aeroporto Leonardo Da Vinci.

ULTIME NEWS