Pubblicato il

Allumiere, don Vincenzo lascia il ruolo di parroco

Allumiere, don Vincenzo lascia il ruolo di parroco

Ad annunciarlo sabato sera in parrocchia Monsignor Luigi Marrucci. Al suo posto per ora c’è don Diego Pierucci

ALLUMIERE – Non si placa in collina l’eco del dopo notizia della decisione del parroco Don Vincenzo Dainotti di lasciare il sacerdozio. Qualche mese fa il parroco durante una celebrazione è svenuto e ha avuto problemi di salute e si era allontanato per curarsi e operarsi. Dopo una lunga degenza e la riabilitazione don Vincenzo era rientrato ad Allumiere riabracciato dai suoi parrocchiani e aveva ricominciato a lavorare; poche settimane dopo il suo rientro, a sorpresa, don Vincenzo ha chiesto al Vescovo della diocesi di Civitavecchia e Tarquinia, Monsignor Luigi Marrucci, di essere esonerato dal ruolo di parroco e ridotto allo stato laicale per motivi strettamente personali. Il presule nella messa vespertina di sabato ha annunciato ai fedeli che don Vincenzo ha scelto di essere allontanato rinunciando al peso della parrocchia precisando che ciò è stata un libera scelta di don Dainotti. Nel paese don Vincenzo era parroco dal 2012 della chiesa SS Maria Assunta e Rettore del Santuario della Madonna delle Grazie ed era molto amato e rispettato; lo stesso anche a Civitavecchia dove per anni ha svolto il ruolo di vice parroco in cattedrale lavorando coi bambini, i giovani e le coppie che si preparavano per il matrimonio; inoltre dopo aver lasciato Milano e il suo lavoro da cuoco per divenire seminarista è venuto a vivere a Civitavecchia (parrocchia SS Martiri Giapponesi) studiando nell’ex Istituto Preziosissimo Sangue sotto la guida delle suore e poi nell’ex Istituto diocesano ‘‘Veritas in Charitate’’. Questa sua decisione ha lasciato tutti sconvolti ad Allumiere quanto a Civitavecchia, anche perchè nella nostra diocesi è la prima volta che accade. La notizia ha fatto il tam tam fra i collinari e tutti sono rimasti sconcertati: don Vincenzo era arrivato ad Allumiere in sostituzione di don Augusto, allumierasco che per anni è stato parroco e la sua partenza (ora parroco a Tarquinia della chiesa San Giovanni) aveva lasciato rammarico fra i paesani che lo vedevano come un punto di riferimento. Don Vincenzo, però, si è fatto apprezzare e amare e quindi intorno a lui si sono stretti tutti sia in questi anni che, soprattutto, durante la sua malattia. Tutti si dicono rammaricati sia per la scelta di don Dainotti che per il fatto che se ne è andato senza salutare nessuno. Ora la risposta arriverà dalla Santa Sede: una volta appurato che questa è la volontà di don Vincenzo gli verrà riconosciuto lo stato laicale. La Chiesa, infatti, in questi casi si pone in atteggiamento di massimo rispetto delle persone lasciando la piena libertà di scelta. Al posto del dimissionario don Vincenzo ad Allumiere c’è don Diego Pierucci, sacerdote molto apprezzato e amato che ha ricoperto vari e importanti ruoli nell’ambito diocesano: don Diego resterà in collina fino a quando il Vescovo non nominerà il nuovo parroco. Don Diego con il suo modo di fare e con le sue capacità ha conquistato gli allumieraschi e già lavora a pieno ritmo.

ULTIME NEWS