Pubblicato il

‘‘Vivi Cerveteri nei XIII territori’’ denuncia la chiusura della delegazione di Cerenova

CERVETERI – «Caro Sindaco, in cinque anni di mandato, piuttosto che riparare le strade hai permesso che i tuoi cittadini fossero costretti alla sostituzione degli ammortizzatori delle loro automobili e ora che siamo in campagna elettorale, per cortesia, abbi il pudore di non blandirli con le quattro toppe senza spessore che stai mettendo sui percorsi più in vista». 
Questo quanto dice una nota di Vivi Cerveteri nei XIII Territori, lista civica animata da Vincenzo Attili che fa parte del Patto Civico che ha indicato come candidato sindaco Margherita Tassitano. Nella stessa stigmatizza la chiusura della sede della delegazione a Marina di Cerveteri definendola « incomprensibile sotto il profilo politico che denota una totale incapacità di rapportarsi con i cittadini. Se non fosse per il reale danno che viene fatto soprattutto alle persone anziane di Cerenova che si vedono costrette ad una fastidiosa e onerosa trasferta anche solo per richiedere un certificato. Vivi Cerveteri nei XIII Territori non può non sottolineare – continua la nota – il totale fallimento della politica del personale comunale fin qui condotta da questa amministrazione evidentemente senza porsi come obiettivo l’efficienza del servizio per la cittadinanza. Non è certo questo l’unico caso in cui i Cittadini si sono visti opprimere e depauperare dalle azioni intraprese durante questa infelice  consigliatura. Ci riferiamo sinteticamente ai principali insuccessi collezionati dall’Amministrazione Pascucci a partire dall’abbandono della difesa delle spiagge pubbliche (oggi diventate nominalmente private), passando per le multe ai semafori sulla via Aurelia che tanto hanno estenuato gli automobilisti senza portare alcun utile al Comune. Non possiamo poi tacere sui fallimenti in materia di piano regolatore e qui accenniamo solo alle prese in giro sulla sistemazione del lungomare di Cerenova e all’abbandono della zona artigianale nella prospettiva di regalare vantaggi a qualche multinazionale gestore di centri commerciali. Ed infine, proprio perché questa amministrazione ha avuto il tempo dell’intero mandato grazie alla totale assenza di opposizione, spicca fra i fallimenti accumulati – chiude la nota – l’incapacità di dotare Cerveteri di tombe per i propri morti spingendo coloro che sono stati colpiti da lutto ad una umiliante ricerca di un posto per il proprio caro defunto in un cimitero di un altro comune, ed è notizia delle ultime ore che si stanno predisponendo gli atti per un nuovo cimitero in località due casette».
C’è da tener presente che questa lista animò il Comitato ‘‘Pascucci a casa’’ rendendosi protagonista di una raccolta firme.

ULTIME NEWS