Pubblicato il

''Caci dimostra di non essere democratico''

''Caci dimostra di non essere democratico''

MONTALTO. Eleonora Sacconi attacca il primo cittadino sul metodo di convocazione del confronto pubblico e declina l’invito

MONTALTO – Si alzano i toni tra il sindaco Sergio Caci e la sua ex ‘’pupilla’’ Eleonora Sacconi, ora candidato sindaco. Al centro della discussione la convocazione di un incontro pubblico tra tutti i candidati sindaco proposto da Caci per il 24 marzo. Una chiamata piaciuta poco alla Sacconi che declina l’invito, per coincidenza con un altro impegno elettorale preso precedentemente, ma anche per contestazione sul metodo utilizzato dallo stesso Caci. «In data 10 marzo – dice la Sacconi – in qualità di candidato Sindaco alle prossime elezioni comunali di Montalto di Castro ho ricevuto una strana convocazione scritta da parte del sindaco uscente Sergio Caci a partecipare ad un confronto pubblico. Nella data indicata, come lista civica Eleonora Sacconi “un candidato per tutti”, abbiamo già un impegno per noi molto più interessante ed importante programmato per incontrare la cittadinanza. Un appuntamento richiestoci dai più giovani, che seppur alcuni di loro non hanno possibilità di voto, noi ci teniamo particolarmente ad ascoltarli, per cui non vogliamo declinare. L’incontro, dedicato ai ragazzi indicativamente dai 15 ai 30 anni, ma naturalmente aperto a tutti, si terrà appunto proprio il giorno 24 marzo alle ore 18 presso il Bar Oasi di Montalto di Castro». «A parte questa coincidenza prevedibile – commenta Eleonora Sacconi – perché in campagna elettorale si sa l’agenda è piena, ci tengo a sottolineare che avremmo declinato lo stesso per gli stessi motivi, tra l’altro più che ovvi quindi condivisibili, forniti nella risposta di altro candidato sindaco invitato con la medesima scaltra procedura. Il candidato Caci se fosse persona democratica e corretta avrebbe dovuto programmare questo appuntamento insieme a tutti gli altri candidati, concordando con loro tempi, luogo e modalità di svolgimento, senza escludere nessuno, come ad esempio il Movimento 5 stelle, nemmeno invitato». «Il confronto tra candidati per chi vuole ci sarà – conclude la Sacconi – io sono più che disponibile come sempre. Mi sembra di aver letto nei comunicati degli altri in risposta a questo invito furbetto che anche loro avrebbero accettato il confronto, ma non nell’immediato, perché giustamente preferiscono prima presentarsi ai cittadini. Per quanto mi riguarda, sentito il gruppo che rappresento, possiamo concordare detto incontro, noi siamo aperti al confronto con tutti, M5S compreso, se Caci ha fretta, anche subito, anche oggi, ovviamente senza l’utilizzo di furbesche lettere di convocazione dove già tutto è deciso».

ULTIME NEWS