Pubblicato il

Oxana Shevchenko al T1

Prosegue al Da Vinci ‘‘Santa Cecilia al volo’’con le musiche di Tchaikovsky e Stravinskij

Prosegue al Da Vinci ‘‘Santa Cecilia al volo’’con le musiche di Tchaikovsky e Stravinskij

 FIUMICINO – Appena sono risuonate le prime note, con i suoi virtuosismi ha catturato subito l’attenzione di passeggeri ed operatori aeroportuali: Oxana Shevchenko, la pluripremiata pianista di eccezionale talento, richiesta tanto come solista quanto come musicista da camera, ha incantato ieri all’aeroporto di Fiumicino facendo risuonare le musiche tratte dalle “Stagioni” di Tchaikovsky e dell’ “Uccello di fuoco” di Igor Stravinskij.

Oxana Shevchenko è stata la protagonista, con «Le stagioni russe», al Terminal 1 e nella nuova Area d’imbarco E, di “Santa Cecilia al volo”, l’iniziativa ideata da Aeroporti di Roma e dall’Accademia di Santa Cecilia. I viaggiatori, tanti anche i giovani che si sono avvicinati a lei, hanno potuto apprezzare questa mattina la maestria, al pianoforte, del 29enne talento kazako, salutata da applausi, al termine delle esecuzioni. Oxana, che si è esibita per la prima volta come solista con l’ Orchestra Nazionale Sinfonica Kazaka all’età di 9 anni ed ha poi suonato con orchestre sinfoniche in tutto il mondo ed in sale prestigiose come la “Albert Hall”, attualmente frequenta il corso di perfezionamento all’Accademia di S. Cecilia; ha studiato al Conservatorio Tchaikovsky di Mosca. In tanti, oltre ad ascoltare le opere proposte, ne hanno approfittato per riprendere l’evento con smartphone e tablet.

ULTIME NEWS