Pubblicato il

Ciontoli non si avvarrà della facoltà di non rispondere

Ciontoli non si avvarrà della facoltà di non rispondere

LADISPOLI – Non si avvarrà della facoltà di non rispondere Antonio Ciontoli. 
Lo ha detto il suo legale, l’avvocato Andrea Miroli al termine della settima udienza sul processo di Marco Vannini, il giovane di Cerveteri ucciso da un colpo di pistola. 
Il legale lo ha riferito rispondendo a una domanda al termine dell’udienza dello scorso lunedì.
Intanto la questione che continua a tenere banco anche dopo lunedì, e che la famiglia del giovane si pone da tempo, è se Marco potesse o meno salvarsi.
Come detto nell’udienza da parte del perito Ruggero «quello che mi sono fatto come idea (…) è che purtroppo le percentuali di possibilità di sopravvivenza probabilmente sarebbe stata comunque bassa per la molteplicità di ferite che aveva il paziente e per lo stato e per la tipologia di ferimento».
Ma alla domanda «Quindi non può escludere che (Marco) poteva essere salvato?» il perito ha risposto: «No, poteva essere comunque salvato, questo si».

 

ULTIME NEWS